Connect with us

News

Qui Monza, Brocchi: “Finalmente giochiamo, gruppo deve aiutarsi nelle difficoltà”

Una settimana a dir poco turbolenta sull’asse Monza-Lugano, con riverberi su Salerno. Christian Brocchi e la dirigenza del team biancorosso non hanno gradito la “leggerezza” degli otto calciatori che lunedì pomeriggio hanno effettuato una scappata al Casinò di Lugano, con tutte le conseguenze che la cosa ha portato. I giocatori in questione resteranno in Brianza: non sono stati convocati per la trasferta campana (clicca qui per leggere l’articolo). Si tratta di Anastasio, Armellino, Bellusci, Barillà, Bettella, Boateng, Donati e Gytkjaer.

Il tecnico brianzolo ha commentato così la vicenda, presentando la sfida di domani contro la Salernitana ai microfoni dei canali ufficiali monzesi: “Dopo due settimane di attesa finalmente si gioca. Abbiamo voglia di affrontare questa partita e la speranza è quella di poter fare una buona gara. Ho visto i ragazzi vogliosi e consapevoli di giocare una partita importante. Contro una squadra che fa della solidità e della qualità dei singoli un’arma sarà una partita bella e difficile. All’andata un’altra partita. Non so se è stato il miglior Monza, perché ci sono state altre partite in cui abbiamo interpretato bene la gara. Ma domani non bisogna pensare all’andata, ogni gara è a sé e bisogna pensare ad affrontarla seguendo i nostri principi e i nostri concetti. I convocati? Stanno bene. Abbiamo fatto questa scelta e i ragazzi che hanno lavorato in questi giorni si sono allenati bene. Sanno di avere sulle spalle una responsabilità nei confronti di un gruppo che si deve aiutare nei momenti di difficoltà. Sono sicuro che i ragazzi che saranno a disposizione domani cercheranno di dare il massimo per fare una partita importante”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News