Connect with us

News

Radrizzani e il rifiuto dei co patron: sabato scade (anche) la sua offerta

Il 3 luglio è la nuova deadline data dalla Figc alla Salernitana per apportare le modifiche richieste al trust. Sabato però ci sarà un’altra scadenza. Lo scorso 23 giugno Andrea Radrizzani aveva ufficialmente presentato la sua offerta per rilevare la Salernitana, con validità di 10 giorni. L’imprenditore milanese aveva offerto 45 milioni, ricevendo però un due di picche da Lotito e Mezzaroma, con l’auspicio poi di potersi interfacciare con i vertici del trust. Trust, almeno per ora, respinto però.

Come riferisce Il Mattino, in queste ore concitate per soddisfare le richieste federali pare che i co patron siano tornati a riflettere sull’offerta di Radrizzani. Una valutazione lampo, condita da qualche colloquio informale con consulenti. Il pensiero era quello della vendita diretta con la permanenza, con una quota di minoranza non superiore al 20%, di Marco Mezzaroma. Una ipotesi rimasta lì. A meno due dalla nuova deadline della Federcalcio c’è pochissimo tempo per cambiare strada. L’offerta di Radrizzani è rimasta senza risposta, il pensiero primario resta quello del perfezionamento del trust per arrivare poi al passaggio di consegne entro sei mesi. La valutazione della Salernitana resta di 80 milioni, Radrizzani si è fermato a metà strada. La disponibilità a subentrare del patron del Leeds resta, se ne potrebbe ridiscutere più avanti.

1 Commento

1 Commento

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News