Connect with us

Giovanili

Rizzolo: “Partita fotocopia di Lecce. Non possiamo regalare gol, non abbiamo la forza di rimontare”

Non solo il risultato, ma anche l’andamento della gara di oggi a Pisa è praticamente stato una fotocopia della partita di Lecce. Il fatto che però la Salernitana non meritasse di perdere non è una grande consolazione per mister Rizzolo, anzi gli errori che sono costati il risultato sono un rammarico ancora maggiore. “Ormai purtroppo è una costante – ammette l’allenatore della Primavera granata – Non riusciamo a prendere adeguate misure. Anche oggi primo gol su calcio d’angolo e poi fai fatica perché ci si scoraggia. Partita non eccezionale, siamo stati poco incisivi, ma nemmeno loro hanno fatto chissà cosa e abbiamo chiuso il primo tempo sotto di due gol. Un po’ come a Lecce loro sono partiti subito forte, dovevamo stare un po’ più attenti. Le nostre occasioni le abbiamo avute, ma se non segni poi una mezza palla va dentro e la partita la perdi. Spesso succede nel primo tempo e non abbiamo la forza di rimontare, c’è questo rammarico“.

Dopo aver lavorato sul sistema difensivo e sulle palle da fermo, ora ci si mettono gli errori individuali, un problema ancora più difficile da risolvere: “Abbiamo fatto degli errori, compreso l’ennesimo gol su calcio d’angolo. Non so più come analizzare queste situazioni. Sono errori a livello individuale dove non è facile andare a fare correzioni. Anche perché se vai sotto poi magari prendi il secondo gol su ripartenza come è successo oggi e anche se riprendi col piglio giusto perché la squadra ci mette volontà e determinazione è difficile rimettere in piedi il risultato. È successa la stessa cosa a Lecce e non va bene. Dobbiamo trovare la quadra perché non abbiamo la struttura e la forza ogni volta di andare in svantaggio e recuperare. La situazione è abbastanza difficile da gestire, giochi bene e non fai risultato, giochi male e prendi cinque gol, dobbiamo assolutamente fare qualcosa. La squadra merita qualcosina in più ma dobbiamo metterci del nostro“.

In ogni caso bisogna fondarsi sulle note liete per potersi rimettere in marcia, senza dimenticarsi però dei difetti da eliminare: “Di positivo c’è la giusta reazione perché sotto 2-0 nel secondo tempo avevamo rimesso in piedi la gara. La squadra è stata più proiettata in avanti con i cambi, perché nel primo tempo non riuscivamo a incidere e quando stai quasi per portare in porto la partita c’è l’ennesima distrazione o situazione che ti fa prendere gol. Però non possiamo pensare che sia solo sfortuna, sicuramente ci mettiamo molto del nostro e bisogna cambiare perché siamo alla quarta sconfitta, magari è meritata solo quella di Pescara, ma questo dice la realtà dei fatti quindi dobbiamo rendercene conto e assolutamente invertire il trend“.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Giovanili