Connect with us

News

Salernitana camaleontica con il jolly Kiyine. Ventura pensa a diverse suggestioni tattiche

Si avvicina ad ampie falcate l’impegno con il Frosinone. Gian Piero Ventura medita alcune ipotesi sulla posizione in campo di Sofiane Kiyine. Non solo da quinto di centrocampo sull’out mancino, il navigato allenatore genovese ha provato nelle scorse ore il talentuoso calciatore nel ruolo di mezzala mancina o di trequartista. In questo caso con annesso cambio modulo.

IL SOLITO. Il consueto piano tattico. Kiyine rientra nei titolari e nello scacchiere del 3-5-2 si piazza sulla corsia di sinistra come praticamente ha fatto sin da quando è arrivato in ritiro a San Gregorio Magno confermandosi il padrone indiscusso della corsia. In quel caso, dunque, ritornerebbe in panchina Walter Lopez, autore di una buona prova sul lato offensivo con un assist… e mezzo per i propri compagni nella vincente trasferta di Livorno.

LA CONFERMA DI LOPEZ. Tuttavia, la prestazione positiva dell’uruguaiano e le contemporanee performance opache di Firenze e Maistro potrebbero anche portare ad una soluzione “intermedia” con Kiyine mezzala mancina e il cursore sudamericano confermato nello starting-eleven. A completare il reparto nevralgico ecco Di Tacchio in veste di playmaker con Odjer favorito su Maistro, quest’ultimo fresco di convocazione in Under 21. Cicerelli agirebbe sull’out di destro. Nel ruolo di mezzala Kiyine avrebbe dalla sua la capacità di avere maggiori possibilità di inserirsi senza palla e di avvicinarsi in maniera più continua nell’aria avversaria, sfruttando il tiro dalla distanza, uno dei suoi fondamentali migliori.

LA SUGGESTIONE. Ventura ha provato Kiyine anche in una nuova veste. Forse, per certi versi, più attinente alle caratteristiche del ragazzo che, nella precedente esperienza granata ha giocato qualche match da trequartista, trovando il goal su azione, ad esempio, contro l’Entella nella prima gara dell’era Colantuono. L’ex Chievo, dunque, si è posizionato al centro, nelle vesti di rifinitore alle spalle del tandem Giannetti-Djuric. La qualità del marocchino consentirebbe alla coppia offensiva di avere maggiori rifornimenti dalla trequarti ed alla squadra di avere una superiorità numerica rispetto ai ciociari dalla cintola in su. Chiaramente questa soluzione comporterebbe ad un cambio di modulo, con il passaggio al 3-4-1-2. Anche in questo caso Lopez sarebbe confermato a sinistra, Cicerelli a destra con Di Tacchio ed uno tra Odjer e Maistro al suo fianco.

Fondamentale, dunque, l’apporto di Kiyine, leader tecnico della Salernitana, calciatore su cui Ventura punta molto per consentire alla propria squadra di essere camaleontica sfruttando anche il buon stato di forma di Walter Lopez. Esperimenti, ipotesi che verranno suffragati dalla rifinitura di domani mattina.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News