Connect with us

News

Salernitana, col Perugia per vincere e convincere: Dziczek dal 1′, Ventura pronto a cambiare modulo

SALERNITANA-PERUGIA PROBABILI FORMAZIONI (Stadio Arechi, ore 15)

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Karo, Migliorini, Jaroszynski; Kiyine, Maistro, Dziczek, Di Tacchio, Lopez; Djuric, Jallow. A disp. Vannucchi, Odjer, Cerci, Gondo, Kalombo, Akpa Akpro, Lombardi, Pinto. All. Ventura

PERUGIA (4-3-2-1): Vicario; Rosi, Gyömbér, Sgarbi, Di Chiara; Falzerano, Balic, Dragomir; Fernandes, Capone; Iemmello. A disp. Fulignati, Albertoni, Nzita, Rodin, Mazzocchi, Falcinelli, Buonaiuto, Nicolussi Caviglia, Kouan, Melchiorri. All. Oddo

Arbitro: Gianluca Aureliano di Bologna (Lombardi/Palermo). IV uomo: Federico Longo di Paola

Venti giorni fa la Salernitana lasciava lo Stadio Arechi a testa bassa, dopo aver preso gol all’ultimo secondo e aver visto sfilare via il sogno di andare a riposo in testa alla classifica. Al ritorno in campo dopo le nazionali a Venezia i granata hanno preso un altro gol pesante, che ha portato una sconfitta e ha dato inizio a una mini crisi. Un punto in due partite, dal sogno vetta al brusco risveglio: in Serie B non ci si può distrarre un secondo. Mai in questa stagione la squadra di Ventura ha disputato due gare di fila senza vincere, mai come in questa stagione l’Arechi sta diventando un tabù da sfatare il prima possibile per scacciare via i fantasmi e ricominciare a correre verso l’obiettivo, dichiarato solo dalla società e mai dallo staff tecnico, di raggiungere il paradiso che fa rima con Serie A.

Oggi alle ore 15 la Salernitana torna a Via Allende nel ricordo di Antonio e Melissa e sfida il Perugia, che ha gli stessi punti ma è comunque circondata da dubbi e perplessità: un paradosso perché le due squadre al momento sono quarte in classifica. Come sempre, ma ormai è routine, Ventura conta più infortunati che disponibili: a casa a guardare la partita restano Hertaux, Mantovani, Billong, Cicerelli, Firenze e anche Niccolò Giannetti che ha dato forfait all’ultimo minuto per un problema accusato dopo un allenamento all’Ultimo Minuto. Tra infortuni e terreni di gioco non c’è correlazione, dice Ventura, fatto sta che inizia una settimana di fuoco con tre partite in sette giorni e in campo dovranno andare ancora una volta gli stessi. O quasi, perché ci saranno sorprese: adesso è tempo di ruotare. Uomini e forse anche modulo, la vera novità di questo Salernitana-Perugia. Tutto dipenderà dalla posizione di Fabio Maistro, che nasce trequartista e oggi potrebbe trovare spazio tra il centrocampo e l’attacco del cavalluccio. Il talento arrivato anche in Under 21 è l’ago della bilancia di una Salernitana che si presenta camaleontica e che cambierà assetto in base all’andamento della gara. 3-5-2 o 3-4-1-2, si gioca a scacchi e Ventura non ha paura a fare la prima mossa. E il colpo a effetto porta il nome di Patryck Dziczek, finalmente il regista polacco esordirà con la maglia granata. Sarà il talentino di proprietà della Lazio a prendere in mano il centrocampo della Salernitana e provare a dare un tocco di qualità e imprevedibilità a una manovra che, nelle ultime due gare, ha espresso poca fantasia. E allora, con la difesa che non si tocca e non si potrebbe comunque toccare con Karo-Migliorini-Jaroszynski davanti a Micai (filastrocca imparata a memoria, nove su nove in questo campionato), il centrocampo sarà completato da capitan Di Tacchio e dai due esterni Lopez e Kiyine: il marocchino gioca di nuovo a destra, panchina per Lombardi  che avrà comunque minuti a gara in corso. Tra le riserve c’è anche Akpa Akpro, recupero che sa tanto di sospiro di sollievo per Ventura. In attacco torna Cerci che naturalmente non è (ancora) al top della forma, il tandem sarà composto da Jallow e Djuric.

Oddo accetta la sfida e prova anche lui a muovere pedine e interpreti. Il Perugia cambia (ancora) modulo e passa al 4-3-2-1: dieci uomini a supportare Pietro Iemmello che quando vede il granata si scatena e che in questo campionato ha già segnato 7 reti. Il problema dei grifoni è che se non segna Iemmello non segna nessuno: 9 i gol realizzati in tutto dagli umbri, gli altri due portano la firma di Kouan e Buonaiuto che dovrebbero partire entrambi in panchina. Non ci sono Falasco e Carraro, piccola emergenza anche per il Perugia che davanti a Vicario schiera Rosi, Gyomber, Sgarbi e Di Chiara. La regia la fa Balic come annunciato dal tecnico Oddo in conferenza stampa, ai suoi lati l’ex Falzerano e Dragomir. I due trequartisti saranno Fernandes e Capone.

Come di consueto, in occasione della partita sul nostro portale sarà disponibile la cronaca testuale dell’incontro, oltre ai servizi dall’Arechi con tabellino, cronaca, pagelle, fotogallery, curiosità e interviste a caldo dalla sala stampa: clicca qui e metti ‘mi piace’ sulla nostra fanpage di Facebook per non perdere ogni aggiornamento.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News