Connect with us

Giovanili

Salernitana Primavera fuori dalla Tim Cup, passa la Cremonese ai rigori. Rizzolo: “Tanto rammarico”

PRIMAVERA TIM CUP – 2º TURNO

Cremonese – Salernitana 1-1 (7-6 d.c.r.)

TABELLINO

CREMONESE: Scarduzio, Perotta, Battini, Hoxha, Quaranta, Crivella (20’ st Bia), Salami (46’ st Spini), Pederzoli (20’ st Cella), Kadjo (32’ st Parmiggiani), Ghisolfi, Emche (1’ st Girelli). A disp. Bukova, Bignami, Sow, Bingo, Bertazzoli. All. Lucchini.

SALERNITANA: De Simone, Darini, Novella, Vignes (36’ st Volpe), Galeotafiore, Di Micco, Fois (20’ st Gambardella), Morrone, Esposito (1’ pts Ramazzotti), Pezzo, Cannavale (20’ st Guida). A disp. De Matteis, Guzzo, Spinelli,  Guadagnoli. All. Rizzolo.

Arbitro: Sig. Centi di Viterbo (Abagnale/Regattieri).

Marcatori: Salami (C) al 2’ pt, Esposito (S) al 41’ pt. Ammoniti: Morrone (S). Espulsi: Gambardella (S). Angoli: 6-1. Recupero: 0’ pt – 13’ st.

 

Si ferma in casa della Cremonese l’avventura nella Coppa Italia di categoria per la Salernitana Primavera, che si deve arrendere dopo un’altra gara terminata ai rigori dopo l’1-1 dei tempi regolamentari.

La gara tra due squadre che nei rispettivi gironi di campionato devono ancora trovare la prima vittoria si fa subito in salita per i granatini, che vanno sotto al 2’ grazie al gol di testa di Salami da calcio d’angolo.

La compagine guidata da Rizzolo peró non si abbatte e inizia a macinare gioco creando tante occasioni per pareggiare. Prima un tiro dal limite di Novella scalda le mani a Scarduzio al 16’. Poi al 20’ Esposito non arriva a fare il tap-in decisivo. Al 39’ ci prova Cannavale che peró non impensierisce il portiere, battuto invece due minuti dopo dalla sassata di Esposito, servito con un bel filtrante da Morrone che aveva recuperato palla in un’ottima zona di campo. Squadre che quindi vanno all’intervallo sul pari.

Nella ripresa invece le occasioni scarseggiano, ma quando arrivano sono estremamente pericolose. Al 13’ Pezzo colpisce la parte alta della traversa con un colpo di testa. La Cremonese risponde con un’altra traversa durante il maxi recupero di 13’ causato dall’infortunio di Salami. Durante il tempo addizionale viene anche espulso per un fallo valutato da ultimo uomo Gambardella, che lascia la Salernitana in dieci per i supplementari.

Nei tempi supplementari i padroni di casa centrano un’altra traversa, ma la Salernitana nonostante l’uomo in meno spinge con tutte le forze per evitare i rigori e reclama per un rigore su Novella proprio all’ultimo secondo. L’arbitro non é dello stesso avviso e si va ai calci di rigore. La Salernitana inizia con due errori, ma poi manca due volte il match point la Cremonese e si va a oltranza, fin quando il capitano granata Novella non sbaglia l’ottavo mandandolo sulla traversa.

A passare il turno é perció la squadra di Lucchini, che vince complessivamente per 7-6 dopo i rigori.

 

Questa la partita secondo mister Rizzolo: “Oggi ho visto una partita in cui abbiamo preso subito gol su calcio piazzato, ma non ci siamo scomposti. Con maturità abbiamo fatto la nostra partita e abbiamo fatto bene. Il rammarico é sempre quello di tenere queste partite in bilico fino alla fine. Poi alla fine siamo rimasti in dieci per una situazione molto dubbia e ai supplementari abbiamo tirato un po’ i remi in barca dopo molto dispendio energetico nei tempi regolamentari, abbiamo comunque fatto di tutto per provarci creando anche qualcosa. Poi anche ai rigori siamopartiti malissimo sbagliando i primi due, l’abbiamo ribaltata anche lí, poi dopo due rigori in cui De Simone è andato vicinissimo a pararli c’è stato l’errore di Novella. Tanto rammarico fino alla fine, dispiace perché ci tenevamo ad andare avanti, ma adesso dobbiamo concentrarci già per la partita a Cosenza tra pochi giorni”.

L’allenatore dei granatini ha anche approfittato della gara infrasettimanale per vedere all’opera chi ha avuto meno spazio finora: “Non sono riuscito ad accontentare tutti ma abbiamo cambiato comunque cinque o sei undicesimi e tutti hanno dato una buona risposta. La squadra ha dimostrato come al solito tanta voglia di fare e di arrivare. Il peccato é ottenere cosi poco per quanto si spende. Gol da fermo?Sicuramente un pizzico di attenzione in piú ci vorrebbe, prendere gol così nei primi minuti mette tutto in salita. Poi la partita non é stata davvero in salita perché abbiamo giocato molto bene come se niente fosse. Il problema vero é che potevamo giocare un po’ meglio in undici contro undici quando la partita era in equilibrio, ma si va avanti”.

Sabato poco piú di un’ora, oggi addirittura più di due per Biagio Morrone, che era stato anche convocato per Pisa: “Sabato giocando sul sintetico del Volpe ha avuto qualche problema di attrito, non era abituato con i tacchetti alti. Oggi invece c’era un sintetico piu alto ed é riuscito a fare molto bene, per noi é un valore aggiunto perché ha qualitá e anche la testa giusta”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Giovanili