Connect with us

News

Salernitana, “verranno a chiederti del nostro amore” e i tifosi granata risponderanno “presente”

E’ una festa granata, sfumata di giallorosso. Dagli spalti del settore ospiti del Ciro Vigorito si alza la voce della torcida granata, che per 90 minuti ha cantato ininterrottamente “solo per la maglia” incitando gli uomini di mister Ventura in campo. Ma è una festa dentro e fuori, il derby del “gemellaggio”, nonostante possa sembrare un vero e proprio ossimoro. Tantissimi, troppi (anche se non lo sono mai) i tifosi del cavalluccio che hanno raggiunto la terra sannita per il posticipo della domenica sera, del campionato cadetto. La capolista, contro quella squadra che ci prova – nonostante tutto – a fare la sua cavalcata, con un punto strappato con i denti contro la prima in classifica. Ma senza questi tifosi, probabilmente, non ce la farebbe. Perché la contestazione, il muro di dissenso, la protesta, viene lasciata sempre tra le “mura di casa”, perché questa sera, a scendere in campo sono 12 uomini. Un dovere, un diritto, una gioia quella di tifare, cantare, accompagnare a gran voce la Salernitana. Quel diritto che si sono guadagnati proprio i salernitani, riempiendo non solo il settore a loro riservati, ma anche gli altri. Perchè il sold-out, sta diventando uno stile di vita. Quello stile di vita che sa di incondizionata ed eterna passione.

Erano 11.261 gli spettatori presenti all’interno dello stadio Vigorito, ma i tifosi granata hanno letteralmente “sovrastato” le voci dei tifosi del Benevento. Tra gli applausi nel finale per gli undici in campo, la contestazione a Lotito e alla società granata: “Rispettiamo chi ci rispetta”, hanno intonato nel finale i presenti da Salerno. Ma ciò che resta di una (quasi) fredda serata al Vigorito, è la forza di questi tifosi, mai stanchi, mai provati dai chilometri. Una forza motrice, che trascina, che esalta, che fa quasi dimenticare le contestazioni. Perché sognare rende sempre tutto più bello e quella maglia, diventa un marchio a fuoco, che lascia “addormentati” felicemente quei tifosi che, vivono di calcio e perché la “Salernitana è una città intera” e soprattutto questi tifosi sapranno sempre rispondere presenti quando “verranno a chiederti del nostro amore”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement
Advertisement

Altre news in News