Connect with us

News

Schiavone, ritorno al Penzo da ex: era in campo nei playout di due anni fa

Andrea Schiavone è tornato titolare lunedì sera contro l’Entella dopo aver smaltito i postumi di un problema fisico ed è pronto a bissare dal 1′ anche domani a Venezia. Un campo che il centrocampista classe 1993 conosce bene: prima di indossare la maglia della Salernitana, infatti, aveva giocato la sua ultima partita in B proprio al Penzo con la maglia arancioneroverde. E che partita: la finale playout di ritorno contro la stessa Salernitana il 9 giugno 2019. Schiavone giocò ben 116′ nell’estenuante sfida conclusasi poi ai calci di rigore, uscendo stremato nel finale dei supplementari, sostituito da Suciu.

A Salerno il mediano ha ritrovato Castori – suo allenatore già ai tempi di Cesena – ma soprattutto nuova linfa dal punto di vista del morale. Veniva da anni difficili, di delusioni. L’ultima nello scorso torneo con la sconfitta nella finale playoff di Serie C da giocatore del Bari. E poi, pescando nel suo curriculum, le retrocessioni con Venezia (poi riammesso in cadetteria) e Livorno, i fallimenti di Cesena e Siena, la risicata salvezza ai playout con il Modena. Schiavone, cresciuto nelle giovanili della Juventus (con cui ha avuto opportunità di sedersi in panchina due volte in prima squadra), a Salerno sembra aver ritrovato lo spirito giusto, quello che Castori ha trasmesso al gruppo: anche quando è stato chiamato a entrare a gara in corso, il calciatore ha avuto subito l’approccio giusto, dando i suoi contributi nelle mezzorette che il trainer gli ha concesso a Cosenza, Frosinone o in casa col Lecce. Non gioca 90′ dalla prima di campionato contro la Reggina e, come detto, nel mezzo ha avuto qualche piccolo problemino.

Proverà a tornare ai 90′ proprio a Venezia, magari giocando uno scherzetto alla sua ex società che lo impiegava da regista nei tre, mentre Castori lo sta schierando sostanzialmente da mezzala. Schiavone non avrà dimenticato le polemiche di quei giorni, con i playout disputati a distanza di un mese dalla fine della regular season e dopo un tourbillon di ricorsi, con il coinvolgimento anche del Foggia e del Coni. Serse Cosmi, allenatore dei veneti all’epoca, non le mandò a dire e però di “scempio”. Non fu corso, ovviamente, il rischio di intaccare il rapporto di amicizia tra le due tifoserie che, anzi, trovarono modo di stare insieme il 19 giugno, con gli ultras veneziani (che avevano disertato la curva per protesta) invitati a Salerno dai loro colleghi in occasione di una delle tante feste per il centenario, quella del piazzale della curva sud allo stadio Arechi. Domani per Schiavone sarà quindi una partita speciale. Dei suoi ex compagni in Laguna, troverà solo Modolo (che ha appena rinnovato il contratto), Lezzerini, Bocalon e St Clair.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News