Connect with us

News

Spadafora: “Non vedo l’ora di rivedere stadi pieni”, il Dpcm rimanda tutto a ottobre

“Non vedo l’ora di rivedere i tifosi negli stadi”. Si esprime così Vincenzo Spadafora sul possibile ritorno dei supporetr negli stadi. Ai microfoni del canale sportivo della Rai, il ministro dello sport, ha commentato: “Io credo che a fine settembre avremo tutti gli elementi per valutare un’eventuale ripresa con il pubblico. Nel frattempo, mi auguro che venga consentito l’accesso ad un migliaio di spettatori come succede nei concerti e a teatro. È una cosa sulla quale sto lavorando”. Spadafora ha poi continuato: “Finalmente si respira un’aria di ripresa e questo perché siamo in grado di rispettare le regole. Con il pubblico è tutta un’altra cosa e la riapertura delle scuole rappresenterà un test importante per il Paese”.

Il nuovo Dpcm (che resterà in vigore fino al prossimo 7 ottobre), però, non prevede ancora la riapertura degli impianti sportivi con tutte le varie partite che verranno disputate ancora senza pubblico sugli spalti. In realtà, però, nella giornata di ieri, il Parma ha riaperto i cancelli dello stadio “Tardini” a 1000 spettatori in occasione dell’amichevole contro l’Empoli. Ciò è stato possibile perchè: “A decorrere dal 1° settembre 2020 è consentita la partecipazione del pubblico a singoli eventi sportivi di minore entità, che non superino il numero massimo di 1000 spettatori per gli stadi all’aperto e di 200 spettatori per impianti sportivi al chiuso”. La possibile riapertura per i vari impianti calcistici è rimandata, contagi permettendo, probabilmente al prossimo mese di ottobre.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News