Connect with us

News

Stellone vs Gregucci, mister granata cerca rivincita: quel Frosinone-Salernitana brucia ancora

Una rivincita sportiva per Angelo Adamo. Almeno, lui ci spera in vista del match di stasera. Mister Gregucci – prima d’ora -ha fatto visita al collega Stellone soltanto in due occasioni – peraltro ravvicinate – nel 2014, sempre alla guida della Salernitana: era la seconda parte della stagione 2013/14 e dapprima in campionato i granata al Matusa, contro il Frosinone dell’ex bomber, si fecero raggiungere sul 2-2 al 95′ al vecchio Matusa. Poi, qualche mese dopo, sempre sul vecchio campo ciociaro, persero 2-0 i quarti di finale playoff di Lega Pro. Fu l’addio, amaro, di Gregucci, tornato a Salerno un mese fa per la sua terza avventura. Il 2019 gli dà l’opportunità, quindi, di riscattare quei ricordi mesti. Al Barbera, il trainer di origini tarantine ci ha pure giocato con la casacca della Reggiana (0-0 in B 23 anni fa). Ricordi agrodolci da allenatore: una batosta (4-0) rimediata nel 2003/04 alla guida del Venezia e una gioia immensa – stagione 2015/16 – alla guida dell’Alessandria, team di Lega Pro, con cui espugnò l’impianto siciliano (2-3) al quarto turno di Coppa Italia. All’epoca, il Palermo giocava in Serie A.

STELLONE E LA SALERNITANA. Tre vittorie e un pareggio da calciatore per lui da padrone di casa contro il cavalluccio marino, sempre e solo indossando la casacca del Napoli. La prima volta nella Coppa Italia 99/00 (3-0 per gli azzurri che vinsero anche la gara di campionato 3-1, peraltro con un suo gol). Giocò due derby anche nel 2002/03 al San Paolo: 1-1 in Coppa Italia, 2-1 per i partenopei (con un suo gol) in campionato. Da tecnico, ha ospitato il cavalluccio solo nelle due occasioni di cui sopra, da mister ciociaro. Lui che è figlio di Gaetano, un passato da attaccante della Salernitana in C nel 1972/73: totalizzò 15 gare e 3 gol all’ombra del Vestuti.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News