Connect with us

News

Thiago Motta: “Salernitana pericolosa in contropiede, preparati per più situazioni”

Thiago Motta sta vivendo momento complicato con il suo Spezia, ma la dirigenza continua a puntare su di lui e a credere nel suo progetto. “Ho sentito la vicinanza della società in queste settimane – ha affermato il tecnico dei liguri nella conferenza stampa prepartita – Rispetto le opinioni di ognuno ma io le analisi le faccio sempre, questo è il mio lavoro di ogni giorno. Non ero tranquillo dopo aver vinto a Venezia e non sono preoccupato per aver perso a Verona. Noi lavoriamo per ottenere il meglio come squadra, solo così possiamo crescere. Tutti noi lavoriamo per il bene dello Spezia“.
Poi l’ex Inter passa alla partita di domani: “Sappiamo che la Salernitana può essere pericolosa in contropiede, noi giochiamo in casa e dobbiamo tenere in mano la partita, sapendo che ci può essere il pericolo delle ripartenze. Abbiamo preparato la partita in più modi, pensando a se c’è Ribery o no. L’abbiamo preparata non solo pensando ad un singolo ma pensando che saranno in campo i migliori giocatori della Salernitana“.
L’allenatore degli aquilotti potrà puntare anche su alcuni recuperi: “Maggiore e Kovalenko sono recuperati, sono con noi in ritiro e vedremo domani se potranno essere della partita. Sher? L’ho visto bene, è un ragazzo giovane ma con voglia di crescere e dimostrare. I tempi dipenderanno da lui e da quanto ci mette ad adattarsi, per crescere e imparare un calcio diverso. Sono contento di quello che ha fatto con il Verona, eravamo sotto ma lui è stato capace di gestire questo momento. Sono contento del suo lavoro quotidiano. Se la preparazione estiva ‘anomala’ può avere influito sugli infortuni occorsi in allenamento? Può essere, anche se dei giocatori che hanno iniziato la preparazione con noi solo pochi si sono fatti male. Poi possono subentrare altri fattori, delle lesioni, degli infortuni precedenti“.
Infine le scelte di formazione: “Domani gioca Provedel dall’inizio. Gyasi e Verde sono giocatori molto diversi. Daniele ha grandi qualità ma deve migliorare sotto altri aspetti. Verso Gyasi ho grande stima professionale e umana, quando ho avuto bisogno in ruoli diversi gli ho sempre chiesto se se la sentiva e la sua risposta è stata sempre la stessa. Ha qualcosa di diverso da quello che siamo abituati a vedere. Bene per lui, può crescere tantissimo e bene per noi e per me come allenatore, visto che può ricoprire tanti ruoli“.

 

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News