Connect with us

News

Tifosi chiedono chiarezza: “Col trust contestazione fino alla definitiva cessione”

AGGIORNAMENTO ORE 12 – I tifosi granata chiedono ufficialmente chiarezza a Claudio Lotito e Marco Mezzaroma. Lo fanno con una nota firmata da Direttivo Salerno, Centro Storico, Fedelissimi, Quelli di Milano, Vecchi Ultras 77, Old Clan e Centro di Coordinamento. “Siamo rimasti in silenzio affinché nessuno ci strumentalizzasse. Sono arrivate le scadenze decisive. Nessuno si dolga del parlar chiaro: è fatto per gli amici. Sappiate quanto segue. Giammai grideremo Forza Gravina: la Figc è compartecipe e correa della multiproprietà, contro la quale ci siamo battuti senza che mai ci abbia dato ascolto. Giammai grideremo abbasso Gravina: Lotito non merita nessuna sponda, non la troverà. È giunta l’ora in cui il problema non è più solo il nostro. Gravina e Lotito stanno affogando nella pozzanghera di letame da essi stessi prodotta: verso la quale non tenderemo la mano. Chi dei due la afferrasse, ci sporcherebbe. Se sarà trust, il problema multiproprietà non sarà inteso risolto, e la linea non cambierà: contestazione e lotta fino alla definitiva, reale cessione, che dovrà palesemente rappresentare una rottura col passato. Intendiamo a riguardo essere semplici e diretti: se chi intende acquistare confermerà Fabiani e porrà in essere qualsivoglia continuità gestionale col passato sarà considerato nemico di Salerno e come tale sarà trattato. In tal caso, presseremo il Comune affinché neghi l’Arechi. I politici Salernitani, di qualunque schieramento, sono invitati a restare in silenzio, come fatto finora. Non prendiamo in considerazione cosa accadrebbe in caso di mancata iscrizione ma fidatevi: non vi piacerebbe saperlo. Adesso che sapete come la pensiamo, fateci sapere cosa pensate di fare”.


ARTICOLO ORE 10 – Già CCSC e Direttivo Salerno hanno mostrato la loro preoccupazione. In città l’atmosfera, tra le anime del tifo, non è idilliaca in attesa delle sorti della Salernitana. La richiesta è sempre la stessa: rispetto del merito sportivo e chiarimenti da parte della società. Nella serata di ieri c’è stato un nuovo dialogo tra tifosi. Circa 200 si sono ritrovati nel piazzale della curva sud dello stadio Arechi e si sono confrontati tra di loro. C’è amarezza per la situazione, per l’impossibilità di godersi a pieno questa promozione in Serie A colta dopo 23 anni. Per ora la torcida è rimasta in silenzio ma non è da escludere che nella giornata di oggi non possa proferire parola, attraverso un comunicato, uno striscione o dei volantini.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News