Connect with us

News

Trapani, DG Mangiarano: “Ko ingiusto, puniti da unica distrazione. Poteva starci rigore per noi”

“Sconfitta immeritata, ci dispiace ma bisogna accettare a volte anche le ingiustizie e un po’ di veleno”. Giuseppe Mangiarano, direttore generale del Trapani, ha commentato così a caldo ieri sera il risultato del match dell’Arechi contro la Salernitana. L’1-0 firmato Djuric è, a giudizio del dirigente isolano, una punizione eccessiva per una squadra che “ha dato tutto quello che aveva, giocando con personalità per 90′. Purtroppo siamo stati puniti da un’unica distrazione, del resto giocavamo in casa della Salernitana e ci può stare che potesse avere un’occasione. Però poi abbiamo colpito due pali ed avuto altre due nitide occasioni, con una supremazia territoriale importantissima. Non possiamo dire nulla. Purtroppo ci è girato tutto male ma è la strada giusta”.

Il diggì trapanese non ci sta ma invita l’ambiente siciliano ad avere fiducia nel raggiungimento della salvezza: “C’è un po’ di rabbia, ma ripartiamo con la stessa rabbia, abbiamo ricevuto buoni segnali in vista del prossimo turno contro la Cremonese. Non era facile giocare contro Djuric, che ha fatto la sua partita. Io nel secondo tempo non ricordo la Salernitana in area nostra. Ai punti però non si vince, ci serve autostima e in questo momento secondo me l’abbiamo trovata. Non ci aspettavamo di venire a Salerno e subire un’altra ingiustizia, ma dobbiamo essere più forti e superare questo momento. A Trapani la gente deve notare che questa squadra ci sta credendo. Quando giochi bene e cerchi la vittoria, prima o poi il risultato viene. Siamo una squadra viva, con idee e convinzione”. Infine, le recriminazioni sulle decisioni arbitrali del signor Di Martino di Teramo: “Gli episodi dubbi in area di rigore della Salernitana ci sono stati, bisogna essere anche seri. Nel dubbio, magari l’arbitro poteva concederci un rigore ma non abbiamo il Var. Credo che su Pettinari ci sia stata una trattenuta. Forse Evacuo è stato spinto, non so se abbia accentuato o meno”.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement
Advertisement

Altre news in News