Connect with us

News

Tre punti che rilanciano i granata, ora sei finali per conquistare i playoff. Ma il calendario non sorride a Ventura

Tre punti che fanno respirare e di nuovo cominciare a sperare. La Salernitana batte la Juve Stabia e torna a sorridere, quattro mesi dopo l’ultima vittoria. In mezzo un lockdown, il ritorno in campo, le difficoltà e le occasioni perse. Dopo la sosta le prime tre partite non avevano portano bottino, solo due pareggi interni che avevano compromesso quanto di buono fatto fino a marzo. Poi è arrivato il derby e finalmente la squadra di Ventura ha ritrovato l’esultanza. Segna Gondo, vince il cavalluccio. E anche la classifica si aggiusta.

Prima del fischio di inizio la Salernitana era scivolata al nono posto, a causa della vittoria del Pisa nell’anticipo con il Cittadella. Alla fine, il ritorno al settimo posto. Ma in zona spareggi adesso è bagarre. La classifica si sta spaccando in due, tra chi sogna il secondo posto, chi un posto nei playoff e chi invece è costretto a pensare solo a salvare la categoria. A sei giornate dalla fine la Salernitana deve conservare un punto di vantaggio dal nono posto, attualmente occupato dal Pisa ma solo per una questione di differenza reti. I nerazzurri hanno gli stessi punti (46) del Chievo ottavo, c’è parità anche negli scontri diretti. La discriminante è dunque la differenza generale tra gol fatti e subiti, gli scaligeri hanno un +7 contro il +4 del Pisa. Con la vittoria dell’Empoli a Venezia, anche i toscani sono tornati prepotentemente in corsa, fissandosi al decimo posto a quota 45: un punto dai playoff, due punti dalla Salernitana settimana.

Leggendo la classifica, l’Empoli sembra l’ultima squadra in lotta con l’Entella undicesimo staccato di 4 punti dal Chievo. Anche la Salernitana vede un po’ da lontano le squadre che la precedono in classifica. Lo Spezia sesto è a 50 (+3 sui granata), il Frosinone è a 51. Più su ancora Cittadella e Pordenone(52), Crotone secondo a 55. Sembrano irraggiungibili.

Salernitana, Pisa, Chievo ed Empoli: due squadre per due posti, almeno per il momento. E il calendario certamente non sorride ai granata. Il cavalluccio dovrà viaggiare ad Ascoli, poi cinque scontri diretti nelle ultime cinque: come delle finali, gare da dentro o fuori. Prima il Cittadella all’Arechi, poi il Crotone in trasferta. Quindi il rush finale: Empoli in casa, Pordenone a Trieste, Spezia a Via Allende all’ultima. Ma gli scontri diretti possono essere un’arma a doppio taglio: la difficoltà è elevata, ma contemporaneamente c’è a anche la possibilità di accorciare con chi, al momento, sembra lontano.

Venerdì prossimo il Chievo ospiterà il Trapani, poi doppia trasferta con Cremonese e Juve Stabia. Alla terzultima c’è Chievo-Cittadella, poi la trasferta di Benevento prima di chiudere in casa con il Pescara. Un calendario più agevole solo sulla carta, insidiosa la doppia trasferta contro due squadre che hanno fame di punti salvezza.

Sogna anche il Pisa, che nel prossimo turno sfida in trasferta il Pordenone. Tre giorni dopo altro viaggio questa volta a Chiavari, poi arriva il Trapani. Le ultime tre: fuori casa a Cosenza, all’Arena Garibaldi con l’Ascoli, in trasferta a Frosinone.

E infine l’Empoli, squadra partita per vincere il campionato ma incredibilmente decima (almeno per il momento). Mancuso e compagni sembrano  avere la strada con meno insidie da percorrere: c’è il Frosinone al Castellani, poi nell’infrasettimanale l’Empoli giocherà ad Ascoli. Entella in casa e lo scontro diretto dell’Arechi il 24 luglio prima delle ultime due partite contro Cosenza e Livorno.

Tutto è ancora da decidere, sei sfide per sognare in grande. La Salernitana ha il compito più difficile, ma i granata hanno finalmente stappato la bottiglia. E ora non vogliono più fermarsi. Ventura sogna i playoff, l’intera piazza aspetta gli spareggi al quinto tentativo dal ritorno in Serie B. Mai come quest’anno la Salernitana ci ha provato, ma adesso c’è l’ultima curva da affrontare prima del rettilineo. E non si può sbandare.

CLASSIFICA

  1. Benevento 76*
  2. Crotone 55
  3. Pordenone 52
  4. Cittadella 52
  5. Frosinone 51
  6. Spezia 50
  7. Salernitana 47
  8. Chievo 46
  9. Pisa 46
  10. Empoli 45
  11. Virtus Entella 42
  12. Perugia 40
  13. Venezia 39
  14. Pescara 39
  15. Cremonese 37
  16. Ascoli 36
  17. Juve Stabia 36
  18. Trapani 32
  19. Cosenza 31
  20. Livorno 21

*matematicamente promosso in Serie A

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News