Connect with us

News

Trustee al lavoro: primi feedback ai pretendenti, svolta a fine mese

I trustee riflettono ancora e restano, per ora, in silenzio. Si aspettava per ieri una nota ufficiale che però non è arrivata. Il motivo? Melior Trust e Widar Trust continuano a studiare le carte delle tre offerte pervenute per l’acquisto della Salernitana. Dopo dialoghi ed interlocuzioni con circa una decina di gruppi, in corsa sono rimasti un gruppo estero con matrice italiana, una grande finanziaria del nostro Paese e un gruppo internazionale; i nomi sono ovviamente top secret. La comunicazione ufficiale potrebbe arrivare oggi, ma non dal sito ufficiale della Salernitana, al momento off line per manutenzione.

Prime risposte

Il ritardo di comunicazioni dei trustee è dovuto all’intenso lavoro della giornata di ieri, per valutare bene ogni singola virgola. Susanna Isgrò (Melio Trust) e Paolo Bertoli (Widar Trust), come riporta Il Mattino, hanno fornito infatti i primi feedback agli intermediari che curano le proposte di acquisto dei soggetti interessati. Manca ancora qualcosa, qualche dettaglio da aggiungere per far sì che le offerte siano, per davvero, irrevocabili. E in questa direzione va la mancanza di comunicazioni, per ora, e la possibile proroga di due settimane (deadline iniziale al 30 settembre). La scadenza era stata fissata per pungolare i reali interessati. La proroga appunto potrebbe essere utilizzata soltanto per studiare più a fondo le proposte già giunte e le condizioni in esse contenute, senza accettarne di nuove che, a dire il vero, potrebbero difficilmente arrivare se non sono state presentate finora. Le tre offerte ufficiali già nella pec del trust Salernitana 2021 sarebbero comunque tutte e tre congrue in termini di serietà degli investitori e di somme minime. Intorno al 15/20 ottobre Isgrò e Bertoli potrebbero completare la scrematura.

Gara sì o gara no?

A fine mese la gara tra privati potrebbe iniziare, ma anche no. I trustee, dopo aver analizzato i carteggi, dovranno capire chi degli interessati si adatterà e come alle nuove condizioni proposte. La gara potrebbe anche non partire se rimanesse un solo pretendente. In quel caso Melior e Widar non avrebbero tentennamenti ad affidare la Salernitana, senza aspettare nuovi inserimenti. L’imperativo resta sempre vendere bene e subito e quindi nell’arco di venti giorni si potrebbe mettere nero su bianco. La gara, con l’offerta più alta ricevuta che rappresenterà il prezzo base, partirebbe invece se tutti i soggetti interessati facessero gli adeguamenti richiesti dai trustee. La piazza di Salerno resta in attesa, col fiato sospeso.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News