Connect with us

Giovanili

U16, granatini impattano col Frosinone 1-1. Della Calce: “Ci siamo accontentati”

TABELLINO SALERNITANA-FROSINONE 1-1 (UNDER 16)

SALERNITANA: Ricci, Barretta, La Faci (9’ st Cetta), Trombetta (9’ st Acone), Apetino, Salvati, Buonocore, Coppola, Ramaglia (30’ st Salzano), Zerillo (38’ st Celli), Mele  (9’ st Fisio). A disp. Pappalardo, Atrone, Altamura, Saviello. All. Della Calce.

FROSINONE: Grasso, Fratarcangeli (40’ st De Cristofaro), Lusciano, Derita, Saputo, Iachini, Pelosi (40’ st Rizzo), Fiorletta (19’ st Remolo), Mezsargs (23’ pt Centra), Silvestri, Orlandi. A disp. Romano, Bocanelli, Ambrosini, Di Francesco. All. Galuppi.

Arbitro: Sig. Crispino di Frattamaggiore (Mistico/Imperatore)

Marcatori: Trombetta (S) al 28’ pt, Iachini (F) al 38’ pt. Ammoniti: Trombetta (S), Salvati (S), Zerillo (S), Derita (F), Barretta (S). Espulsi: Coppola (S) per somma di ammonizioni. Angoli: 3-4. Recupero: 2’ pt – 5’ st.


La Salernitana Under 16 torna a muovere la classifica pareggiando 1-1 al Volpe nel pomeriggio contro i pari età del Frosinone. La partita appare fin dall’inizio bloccata, i granatini riescono a prendere campo e aggredire gli avversari in avanti, ma faticano a trovare la chiave giusta per risultare pericolosi. Al 22′ sono gli ospiti ad affannare la retroguardia campana, con la discesa sulla sinistra di Lusciano, la Salernitana però riesce a salvarsi in qualche modo nonostante un paio di rischiosi lisci. Al 28′ l’episodio che sblocca la gara: Trombetta calcia di potenza una punizione appena fuori dall’area di rigore, guadagnata grazie alla forza e alla caparbietà di Mele, bucando il portiere sul suo palo e portando in vantaggio i padroni di casa. I ciociari riescono a pareggiare dieci minuti dopo sugli sviluppi di un altro calcio da fermo, dopo un rimpallo è Iachini a trovare la deviazione vincente piazzando il pallone sotto la traversa. Primo tempo che si chiude perciò in parità. Nella ripresa la Salernitana invece è più remissiva, ma va comunque molto vicina al gol ancora con Trombetta, che ci prova dalla distanza costringendo Grasso a volare plasticamente e deviare in angolo strozzandogli l’esultanza. La girandola di cambi e i molti falli spezzano il ritmo della gara e il Frosinone, nonostante i granatini facciano molta fatica a uscire dalla propria metà campo, non riesce a sviluppare buone trame. Al 24′ la partita si complica per i padroni di casa, che finiscono in inferiorità numerica a causa dell’espulsione di Coppola, che si becca il secondo giallo per aver atterrato Centra, ormai lanciato a rete, prima che potesse mettere piede in area. Nonostante ciò sono ancora i baby granata a impensierire gli avversari con le ripartenze di Fisio e con il colpo di testa di Cetta su una punizione laterale guadagnata proprio con uno di questi scatti dell’attaccante entrato dalla panchina. Nulla di fatto però, e dopo cinque minuti di recupero l’incontro termina con il risultato di 1-1.

Le parole dell’allenatore

Mister Alfredo Della Calce è soddisfatto del risultato, che secondo lui rispecchia anche quanto visto in campo: “Il risultato è figlio di due episodi. È stata una buona partita fino al secondo tempo, in cui ci siamo un po’ abbassati. poi a un quarto d’ora dalla fine c’è stata l’espulsione che ci ha costretto a disporci in maniera ancora più difensiva. Alla fine il risultato mi sembra giusto, le due squadre hanno entrambe tenuto bene il campo ed è un segno importante della nostra crescita“. Il tecnico dei granatini, che tornano a far punti dopo due pesanti sconfitte contro Lazio e Napoli, continua analizzando la gara più nel dettaglio: “Venivamo dalla partita con la Lazio, in cui non abbiamo proprio giocato, e da quella col Napoli, nella quale avevo visto una buona squadra fino a che non si è arresa sul 2-0. Oggi è arrivato un buon risultato, ma al di là della classifica che si muove guardo a come cresce la squadra e lo sta facendo bene. Chiaro che abbiamo lavorato sulla fase difensiva, perché nonostante il nome delle squadre con cui abbiamo giocato abbiamo subito nove gol in due partite. Bisognava lavorare su questo aspetto ed è tornato ad essere quello che conoscevo prima di queste due gare. Mi meraviglio però di come non riusciamo a essere pericolosi davanti. Abbiamo tenuto il campo ma non abbiamo creato molte palle gol, poi ci siamo anche un po’ accontentati dopo il gol del vantaggio, quando forse potevamo spingere un po’. In quel primo tempo dovevamo fare qualcosa in più, avevamo l’opportunità per creare qualcosa in più e invece ci siamo accontentati, non siamo stati incisivi. Poi in campo ci sono anche gli avversari e sono venuti fuori. Nel loro miglior momento noi abbiamo pensato a contenerli, successivamente c’è stata l’espulsione che ci ha condizionato. Comunque prendiamo le cose buone di questo importante momento di crescita“.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Giovanili