Connect with us

News

Ulivieri (pres. AIAC) apre al dibattito: “Taglio agli stipendi? Parliamone. Firmerei per il ritorno il 3 maggio”

Proposte, speranze, ipotesi e soluzioni. Il pallone è fermo ma il calcio non smette di far discutere e riflettere. In attesa del ritorno in campo, Gravina ha parlato della possibilità per i club di tagliare gli stipendi di allenatori e calciatori. Un po’ come si fa in Nba quando non si può giocare per cause di forza maggiore. Prima però di prendere una decisione così drastica, bisognerà sedersi al tavolo e discutere con l’Aic e l’AIAC. Il presidente degli assoallenatori, Renzo Ulivieri, si dice però disposto a riflettere anche se è ancora presto per parlarne: “Taglio agli stipendi? Bisognerà mettersi a un tavolo tutti e riflettere – ha detto Ulivieri all’Ansa – C’è poco da fare. Bisognerà parlarne perché le cose sono cambiate. Ascoltiamo e vediamo: guai a prendere posizioni assolutiste e di contrapposizione. In un momento del genere certe valutazioni si possono anche fare. Non dico né si, né no, dico parliamone. Ci possiamo muovere all’interno del decreto del governo  dove si parla anche di sicurezza di chi lavora. C’è anche un discorso tecnico, bisogna vedere quando si ricomincia. Una settimana più o meno non cambia nulla. I tempi si dilateranno. Sono tutte valutazioni che andranno fatte al momento. È presto per parlarne. Bisogna che gli allenatori ne parlino con i propri calciatori, lo staff e anche con tutti i lavoratori del mondo, dai magazzinieri agli addetti al campo. È una questione morale. Concludendo con una battuta ricordo che la Danimarca vinse l’Europeo senza alcuna preparazione. Ritorno in campo il 3 maggio? Speriamo, ci metterei la firma”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News