Connect with us

News

Ultime dell’anno solare: dal 2015 solo un successo e 4 ko per la Salernitana

Nei campionati di B disputati negli ultimi vent’anni la Salernitana ha fatto una certa fatica a salutare l’anno solare con una vittoria. È accaduto soltanto due volte, infatti, in dodici occasioni. Con l’attuale proprietà, da quando è tornata in cadetteria, la compagine granata ha vinto solo una partita su cinque. Le altre, tutte perse. Insomma, per Fabrizio Castori ci sarà anche da aggiustare questo tipo di statistiche domani in quel di Monza per l’ultima del 2020.

L’anno scorso i granata  di Gian Piero Ventura persero a La Spezia 2-1 il 29 dicembre, due anni fa invece la sconfitta – anche più fragorosa – arrivò tra le mura amiche in Pescara-Salernitana 2-4, allenatore Gregucci e primi scricchiolii di una crisi che sarebbe scoppiata definitivamente qualche mese dopo con la “discesa libera” verso i playout. Non si era chiuso meglio il 2017 con il perentorio 3-0 subito a Palermo dai granata di Colantuono. Ricorda bene, anzi male, quella partita Alessandro Bernardini: fu l’ultima da 90′ per l’ex difensore granata, costretto poi ad appendere gli scarpini al chiodo dopo un lungo calvario. Per ritrovare una vittoria dell’ippocampo all’ultima dell’anno solare bisogna tornare al 30 dicembre 2016 con il 2-1 rifilato al Perugia all’Arechi. L’unica macchia felice della gestione Lotito-Mezzaroma in B, visto che la Salernitana aveva salutato il 2015 perdendo 2-1 a Como il 27 dicembre.

Restando in chiave Serie B, ma tornando indietro alla gestione Lombardi, la Salernitana chiuse il 2009 con un pareggio casalingo (1-1) contro l’Albinoleffe. L’anno prima, era andata male – sempre tra le mura amiche – contro l’Ascoli (1-2): non c’era Castori, esonerato poche settimane prima in favore di Mutti (sarebbe poi rientrato in sella a gennaio). Andando sempre a ritroso nei tornei cadetti, si arriva al 2004/05, l’ultimo della Salernitana Sport di Aliberti che chiuse il 2004 (anche in quel caso alla quartultima di andata) perdendo a Catania 2-1. Era stato più dolce il capodanno 2003 invece, festeggiato dopo la vittoria a Venezia (0-1, firma di Longo). Il 2002 si era chiuso con lo scialbo pareggio senza gol contro il Cosenza e con il conseguente esonero di Zdenek Zeman. Segni X anche nel 2001 (a Bari, 2-2) e nel 2000 (1-1 in casa del Cittadella).

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News