Connect with us

News

Un po’ per uno: il gentlemen’s agreement dagli 11 metri che elimina le gelosie

“Una volta uno e una volta l’altro, per non dare modo ai portieri avversari di studiare con certezza i nostri tiratori”. Fabrizio Castori svela la turnazione dal dischetto, frutto degli accordi interni alla coppia Tutino-Djuric: 10 gol finora in due, 6 per l’ex napoletano e 4 per il bosniaco, autore ieri della trasformazione del sorpasso dagli undici metri. Non era semplice, nonostante in porta ci fosse il (molto promettente) diciannovenne Russo. Ma chi è il rigorista della Salernitana? “I rigoristi sono due”, ha candidamente risposto Castori a fine partita.

Un po’ per uno. A conquistare il penalty era stato Tutino, peraltro autore della rete del pareggio qualche minuto prima. “Eppure l’ha ceduto al compagno, nonostante le legittime ambizioni di avanzare in classifica cannonieri e fare doppietta. Ecco la forza del gruppo, non ci sono gelosie”, ha rimarcato l’allenatore. L’intesa tra i due attaccanti va al di là del gentlemen’s agreement dal dischetto. È tecnica, perché si completano, ma c’è anche feeling su tutto il resto: Milan riconosce la tecnica e l’imprevedibilità del compagno, Gennaro sa che senza i centimetri dell’ex Cesena il gioco della Salernitana farebbe fatica a portare palloni pericolosi tra i suoi piedi. Lo ha dimostrato il primo tempo di ieri, del resto, con un Gondo opaco.

Tre rigori a favore, tre centri, due per Djuric e uno per Tutino. L’anno scorso il mattatore dal dischetto era stato Sofian Kiyine, Coppa Italia compresa, con ben 8 trasformazioni su altrettanti tentativi. Di Tacchio ne aveva tirati e segnati due, uno a testa poi per Dziczek e Djuric. Il gigante classe 1990 aveva fatto centro dagli undici metri solo due volte prima di arrivare alla Salernitana (una col Crotone nel 2011/12 in Coppa Italia, l’altra col Cesena nel 2015/16). L’unico errore dal dischetto della scorsa stagione era stato commesso da Cicerelli, che si era visto ipnotizzare il tiro da Paleari in Salernitana-Cittadella, poi trasformato in gol sulla ribattuta da Lombardi.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News