Connect with us

News

Undici precedenti interni con la Cremonese, grigiorossi mai vittoriosi in Campania

Tra sei giorni la Salernitana tornerà in campo ed ospiterà la Cremonese nel Monday night. I grigiorossi non hanno mai vinto a Salerno in undici tentativi. Nel bilancio dei precedenti disputati in Campania, infatti, gli almanacchi riportano cinque vittorie dell’ippocampo e sei pareggi. Venti gol all’attivo per la Salernitana, che nella storia del confronto ne ha invece subiti undici.

La prima sfida contro la Cremonese a Salerno è datata 15 maggio 1949, con i granata vittoriosi per 6-2. Doppio vantaggio campano con Ercole Castaldo e Michele Catalano nella prima mezz’ora, poi l’ospite Guarnieri siglò l’illusorio 2-1. Nella ripresa la Salernitana dilagò con Marcello Taccola, ancora Castaldo, quindi Dandolo Flumini. Granata per a Cremo e Adalberto Sifredi poi chiusero il set per la squadra allenata da Pietro Piselli. Dodici mesi dopo, sempre in Serie B, arrivò il primo pareggio (2-2): ancora Granata a segno per la Cremonese in apertura, poi la rete della Salernitana ad opera di Spartaco Donati. A 10′ dalla fine Paulinich riportò avanti i lombardi, ma nel finale Manlio Scopigno segnò il rigore che diede un punto al cavalluccio contro i girigiorossi in cui militava anche l’argentino Surano, fresco ex di turno. Dopo le prime due sfide con tanti gol, la partita del campionato 50/51 regalò pochissime emozioni terminando senza reti. Dopo una pausa di sei anni Salernitana e Cremonese si ritrovarono in Serie C nel torneo 56/57: i granata guidati da Todeschini vinsero 1-0 grazie al gol di Antonio Foglia al 62′. L’anno successivo si disputò l’ultima partita… in bianco e nero, sempre in terza serie. Era il 15 settembre del 1957, prima di campionato: la Cremonese andò sullo 0-2 con le marcature del solito Granata e di Castoldi ma la Salernitana allenata da Carpitelli riuscì a reagire con orgoglio e, nel giro di un minuto tra il 36’ e il 37’ del secondo tempo, il pareggio con le firme di Nando Barchiesi e Mario Deotto.

A distanza di 43 anni, Salernitana e Cremonese tornarono a sfidarsi nel 1990/91 in Serie B, per la prima volta all’Arechi: finì 0-0 alla sesta giornata. Le due compagini tornarono poi a incrociarsi nel campionato 1996/97, occasione che vide la Salernitana vincere 1-0 grazie a Giovanni Pisano. La Salernitana bissò quel successo nel marzo 2011, stagione di Prima Divisione che terminò con l’amaro playoff perso con il Verona. Il cavalluccio di Breda ottenne un 2-1 sofferto ma fondamentale: un autogol di Jefferson spaventò Via Allende che però spinse i granata verso la remuntada preparata da Antonino Ragusa e confezionata a tre minuti dalla fine da Davide Carcuro. Infine, le sfide più recenti: tre stagioni fa in B fa terminò 1-1 con le reti di Matteo Ricci e il pareggio di Arini per gli ospiti, mentre due anni fa la Salernitana vinse 2-0 con i gol di Joseph Minala e Lamin Jallow. L’anno scorso – o per meglio dire, qualche mese fa – il match si chiuse con un pirotecnico 3-3. La doppietta di Celar mise paura ai granata, che riuscirono a pareggiare con Dziczek dagli undici metri e Di Tacchio, grazie anche alla superiorità numerica per l’espulsione di Arini; poi però la parità numerica in campo si concretizzò con l’ingenuo rosso a Lombardi e a 4′ dalla fine il gol di Zortea sembrò assumere i contorni della doccia fredda. Vitale il rigore trasformato da Di Tacchio nel recupero per evitare la sconfitta. Di seguito il tabellino di quel match, datato 29 giugno:

TABELLINO  –  SALERNITANA-CREMONESE 3-3 (2019/20)

SALERNITANA (4-4-2): Micai; Karo, Migliorini, Jaroszynski, Lopez; Lombardi, Dziczek (76′ Akpa Akpro), Di Tacchio, Maistro (62′ Jallow); Djuric (62′ Gondo), Giannetti (76′ Cerci). A disp: Vannucchi, Billong, Curcio, Kiyine, Capezzi, Aya, Heurtaux. All: Ventura.

CREMONESE (4-5-1): Ravaglia; Bianchetti, Terranova, Ravanelli, Zortea (88′ Claiton); Mogos (74′ Crescenzi), Valzania, Arini, Gustafson, Celar (88′ Castagnetti); Ciofani (74′ Parigini). A disp: Volpe, Gaetano, Palombi, Kingsley, Ceravolo. All: Bisoli.

Arbitro: Niccolò Baroni di Firenze (Di Gioia/Dei Giudici). IV uomo: Di Cairano di Ariano Irpino

Note: Celar al 6′ pt, 23′ st (C), Dziczek rig. al 28′ st, Di Tacchio al 34′ st (S), Zortea (C) al 41′ st, Di Tacchio rig. al 96′ st (S). Ammoniti: Arini, Parigini (C), Lopez, Di Tacchio, Akpa Akpro (S). Espulsi: Arini (C) al 26′ st per somma di ammonizioni, Lombardi al 36′ st (S). Angoli: 7-4. Recupero: 2′ pt; 6′ st.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News