Connect with us

Serie B

Dionisi vuole la salvezza: “Contro la Salernitana farò turnover, sarà difficilissimo”

Corsaro in trasferta, incerto in casa. Il Venezia continua a vivere una stagione particolare, quando si gioca al Penzo non arriva quasi mai la vittoria. Fortuna che i punti salvezza la squadra di Dionisi li sta facendo lontano dal Veneto. Ieri gli arancioneroverdi hanno fatto solo 1-1 con il Cosenza nonostante il gol di Longo, il tecnico dei lagunari non è stato per nulla soddisfatto. Adesso il Venezia arriva a Salerno e per Dionisi bisogna vincere: “Dobbiamo subito pensare alla partita di martedì – ha detto il tecnico dei veneti – Troveremo una squadra che ha un obiettivo diverso ma non meno importante del nostro. Chi non ha giocato contro il Cosenza giocherà contro la Salernitana. Non possiamo concedere gare agli avversari, anche se sappiamo che sarà difficilissimo tornare da Salerno con un risultato positivo”. 

Quindi, l’analisi del pareggio con il Cosenza, gara giocata a porte chiuse: “E’ stata una partita un po’ anomala, anche se sentivamo la gente da fuori. All’inizio magari si nota, ma meno nello svolgersi dell’incontro, fermo restando che il pubblico ti dà una spinta ulteriore, quando magari sei stanco. Parlando dell’incontro, mi è piaciuto il fatto che non abbiamo mai mollato, anche se qualcuno che, come sapete, fino a pochi giorni fa era incerto se giocare o meno,  ha dovuto stringere i denti. Nel primo tempo potevamo fare meglio, anche se siamo passati in vantaggio con una bella azione. Peccato perché nella ripresa, in una palla lunga ci siamo fatti trovare impreparati ed è arrivato il loro goal. E’ stata una nostra ingenuità, anche se va detto che avevamo di fronte una squadra  che non voleva perdere. Peccato, perché per demeriti nostri non abbiamo vinto una match che era alla nostra portata e che si era messo anche bene. Mi girano le scatole, la responsabilità è mia, perché non si possono fare errori del genere. La cosa difficile è giocare  quando gli altri ti aspettano nella loro metà campo, quindi devi andare a trovare degli spazi sapendo che, al primo errore, loro potevano ripartire, e così è stato. La nostra linea difensiva non aveva mai giocato insieme, ma Casale, pur incerottato, ha tenuto tutta la partita. A centrocampo eravamo troppo lineari e ne abbiamo risentito in avanti. Longo? Ha qualità che ci mancavano, ha fatto tre goal in altrettante partite, deve continuare però, perché deve dimostrare in ogni occasione. Non possiamo pensare che ci risolva tutti i problemi. Inoltre dovevamo cercare il goal con più insistenza, ci è mancato il guizzo”.  

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Serie B