Connect with us

News

Ventura arrabbiato dopo il ko: “Primo tempo non da Salernitana, dobbiamo farci delle domande”

Il ko nella “sua” Pisa pesa particolarmente. Non tanto per il risultato in sé, ma per come è maturato, soprattutto nel primo tempo. Gian Piero Ventura, ai microfoni di Lira Tv, ha esternato tutto il suo malcontento per la prestazione offerta dai suoi in terra toscana: “C’è stato un errore, sono molto arrabbiato. Non per la sconfitta ma per un primo tempo che non è da Salernitana, niente a che fare con quanto fatto in tre mesi. Dall’inizio del campionato non mi ero mai arrabbiato, oggi lo sono. Dobbiamo porci delle domande, certamente non siamo arrivati vicini alla vetta in questo modo, a meno che non siamo così forti da poterci permettere un pizzico di sufficienza. Nel calcio non si inventa nulla, ci sono delle regole non scritte. Se non sono devo diventare, se penso di essere è un problema. Non sono deluso ma letteralmente arrabbiato. Non serve scendere nel dettaglio, ho posto un problema e lo pongo ad ogni singolo calciatore”.

Sull’ingresso di Gondo: “Viene dalla Serie C, ha giocato venti minuti, non possiamo affidarci a lui, è solo un componente. Mi auguro termini l’emergenza infortuni, non credo di recuperare nessuno sabato. Oggi il problema non sono i giocatori mancanti e il secondo tempo lo ha dimostrato. Ci abbiamo messo più determinazione e applicazione. Se questa sera sarebbe servito Calaiò? È una provocazione, siamo al grottesco, è un giocatore che ha smesso – Ha proseguito ai microfoni di OttoChannel – Non dobbiamo appellarci a un singolo, ma all’organizzazione, alla squadra, alla conoscenza, alla collaborazione; allora si potrebbe parlare anche di Rosina”.

Un passaggio sulla scelta di Micai di utilizzare Odjer in barriera in occasione del gol di Di Quinzio: “Odjer non deve essere in barriera a meno che non si tratti di una punizione laterale. Crisi? Possiamo usare qualsiasi parola, non ho mai parlato di Serie A e non parlo di crisi. Ogni partita va analizzata per quella che è, questa deve farci fare delle riflessioni”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News