Connect with us

News

Ventura contento a metà: “Fatto un passo avanti, rammarico per il risultato. Arbitro non ha inciso”

“Il risultato è quello che conta, oggi c’è un po’ di rammarico”. Così, in mixed zone, Gian Piero Ventura ha commentato la prima sconfitta stagionale in trasferta della sua Salernitana, caduta a Venezia con un gol dell’ex Bocalon. “Quando si perde non puoi essere contento ma magari sono un pizzico più contento di quando, come a Trapani, abbiamo vinto. Il Venezia è una buona squadra ma abbiamo creato molto, due legni, un gol annullato. Nella ripresa abbiamo spinto meno ma con l’ingresso di Jallow abbiamo spinto ma non siamo riusciti a segnare. Sotto un certo profilo abbiamo fatto un passo avanti, molte cose si potevano fare meglio ma altre sono state fatte bene ma fa tutto parte di un percorso di crescita che dobbiamo fare. Ripeto, c’è rammarico per il risultato che poteva essere diverso ma soddisfazione per la crescita, anche per come sono entrati Odjer, Jallow e Lombardi”.

Sul cartellino giallo comminato dal direttore di gara: “Sono stato ammonito perché ho messo un piede fuori dall’area tecnica, se questo sarà il metro di giudizio ci saranno tanti ammoniti. Al di là del gol annullato non mi ha convinto la gestione dei cartellini ma non credo che la prestazione arbitrale abbia inciso minimamente”.

Ventura è contento per la disponibilità dimostrata dai suoi in un momento difficile per le tante defezioni: “Il gruppo sta lavorando, Kiyine ha cambiato tre ruoli in tre partite di fila. Abbiamo vissuto un’emergenza enorme, Lombardi e Jallow hanno dato i primi segnali di ripresa. I giocatori devono andare in campo quando sono in grado di dare un contributo. C’è anche Akpa, un giocatore importante per noi. Se questi che rientrano lo fanno in un contesto di conoscenze e disponibilità diventa più facile per tutti”.

Sulle parole di Lotito e l’obiettivo Serie A: “Non siamo presuntuosi, siamo partiti con obiettivi precisi, ovvero resettare gli ultimi tre anni e ridare un’immagine alla Salernitana . I tifosi stanno conoscendo questa squadra, vogliamo creare uno zoccolo duro per il futuro. Lotito? Anche il presidente della Juve Stabia vuole la Serie A, le ambizioni ce le hanno tutte. Poi se uno pensa che con la squadra più giovane del campionato vinca il campionato non deve guardare il calcio ma un altro sport. I tifosi sanno che la frase “se vogliamo possiamo” è vera, ma ragioniamo un passo alla volta. La sconfitta dà fastidio, sono seccato perché è immeritata ma ripartiamo da qui”

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News