Connect with us

News

Ventura fiducioso: “In quattro mesi siamo cambiati, mi preoccupa di più affrontare il Trapani”

VENTURA PRE

Gian Piero Ventura non ha paura. Il tecnico granata rispetta il Benevento, squadra di gran lunga superiore sulla carta, ma è conscio del valore – tecnico e non solo – della sua squadra. “Andremo con lo spirito di una squadra che vuole fare la partita – ha dichiarato i ltecnico in conferenza stampa – Affronteremo la prima in classifica, ci saranno delle difficoltà ma per noi sarà una verifica estremamente importante sotto il profilo della personalità. Oggi siamo leggermente diversi rispetto al girone d’andata, c’è maggiore convinzione. Questo non garantirà il risultato ma resta una verifica importante. Sull’atteggiamento tattico sorvoliamo, i giocatori dell’andata non sono quelli di oggi. Sono passati quattro mesi, oggi siamo in grado di capire e proporre. All’andata abbiamo preso gol al 60′ rischiando qualcosa nel primo tempo ma era una partita da 0-0. Non mi è sembrata una partita in cui siamo stati presi a pallonate. Ripeto, siamo una squadra diversa rispetto a quattro mesi fa”.

Il valore dell’avversario“Parliamo di gente come Maggio, Kragl, Sau che hanno sempre giocato in Serie A e anche in Champions. Poi ci sono altri calciatori di spessore per la Serie B. Hanno quindici punti sulla seconda ma andiamo a giocare la nostra partita, poi il campo dirà come ci siamo comportati. Non ho enfatizzato le due vittorie precedenti perché ci sono tante partite, dico che quella più difficile sarà quella col Trapani. Sono più sereno ad affrontare il Benevento, speriamo che il campo mi darà ragione. Possiamo stare qui a parlare per giorni ma la cosa che conta è aver visto germogliare il seme, quanto crescerà non lo so”.

A fine mercato, il ds Fabiani ha dichiarato di voler raggiungere il prima possibile la quota salvezza: “Si augura di non rivivere le situazioni del passato. Ma se io sono ambizioso la mia ambizione non è quello di salvarci ma di costruire una squadra che possa ritagliarsi uno spazio, quanto grande lo dirà il campo”.

Infine una battuta su Cerci che torna tra i convocati dopo oltre due mesi: “Sta lavorando, ha concluso una settimana d’allenamento e quindi è disponibile ma non credo che sia in grado di fare novanta minuti. È positivo il fatto di aver vissuto una settimana con spirito positivo, gli do la certezza di attenderlo”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News