Connect with us

News

Venturato fiducioso: “Rispetto per la Salernitana, ma abbiamo un’identità. Serve la vittoria”

Da una parte la necessità di fare punti per avvicinare la salvezza, dall’altra l’ambiente che sarà ancora più particolare dell’ultima gara interna con il Venezia. Domani la Salernitana torna in campo per una delle partite più strane del campionato. Per la prima volta il dato tecnico è passato in secondo piano, ma non bisogna assolutamente sottovalutare i 90 minuti di sabato pomeriggio perché non si può prescindere dai tre punti.

L’avversario sarà un Cittadella rigenerato dai quattro gol rifilati al Livorno nell’ultimo turno di campionato. Gli altri granata hanno agguantato la zona playoff e naturalmente non hanno alcuna intenzione di mollarla e domani all’Arechi cercheranno il colpo per classifica e morale. Sarà battaglia perché nessuno potrà perdere. Il Cittadella arriva naturalmente meglio, più in salute e anche più tranquillo. Anche se in attacco non ci sarà Finotto, per il sostituto è ballottaggio a tre. In conferenza stampa il tecnico dei veneti Venturato ha rivelato che la scelta finale sarà presa poche ore prima del fischio di inizio: “A parte Finotto stanno tutti abbastanza bene, abbiamo avuto questo problema con un giocatore che stava facendo bene ma troveremo un sostituto – ha detto Venturato – Per il resto tutti a disposizione, rimangono a casa Maniero e Rizzo. Non c’è un altro giocatore come Finotto però abbiamo altri tre attaccanti che sono importanti come Panico, Diaw e Scappini che viene da un periodo senza partita ma sta crescendo e può essere utile. Vedrò anche domani, prenderò la decisione prima della partita”.

Venturato si mostra sicuro, non ha paura della Salernitana anche se rispetta la squadra di Gregucci. Ai suoi chiede massima concentrazione: “Mi aspetto una partita difficile contro una squadra molto fisica e con giocatori di qualità come Rosina, Mazzarani e André Anderson. Attorno a loro poi ci sono calciatori molto forti fisicamente e di corsa. Sarà una partita per loro molto sentita e importante, dovremmo fare molta attenzione e non dare nulla per scontato. Serve l’ atteggiamento giusto, in questo momento ho bisogno di tutta la rosa e di una squadra che abbia la capacità di tenere la concentrazione alta perché in queste partite i punti sono fondamentali. Dobbiamo avere la libertà mentale di esprimere le nostre qualità. Presumo che in attacco possa giocare Djuric visto che ha fatto bene nelle ultime partite, ma Calaiò è tornato a disposizione. Naturalmente sono due calciatori dalle caratteristiche diverse ma entrambi importanti per questa categoria. La Salernitana ha una rosa importante, noi dovremo avere attenzione perché sarà una partita difficile con un pubblico importante che cercherà di sostenere la squadra”.

Il Cittadella ha dimostrato di essere più forte di questa Salernitana, Venturato è fiducioso: “Non dobbiamo dimenticare la nostra identità, faremo la partita in funzione di quelli che siamo. Ma oltre a questo in ogni gara va aggiunto qualcosa in più. In questo campionato abbiamo fatto tanti pareggi, ma molte volte non abbiamo portato a casa risultati importanti soprattutto in trasferta: dovremmo essere bravi a cominciare da domani perché non sarà facile fare punti. Ritengo la Salernitana una squadra molto capace, poi le situazioni che si sono create non sono cose che ci riguardano. Ho grande rispetto per la Salernitana, serve umiltà e partire da zero per avere l’atteggiamento corretto. Penso che se riusciamo a mantenere la squadra corta e facciamo 15-20 metri di scatto invece di 30-40 non avremo un dispendio di energie elevato”.

Venturato scenderà in campo già conoscendo il risultato di Pescara-Perugia, scontro diretto tra due rivali dei veneti. Per il tecnico del Citta è “una difficoltà in più”. Anche perché: “Non dobbiamo guardare nessuno e rimanere concentrati sulla nostra gara senza lasciarci influenzare dagli altri campi. Domani dobbiamo sapercela conquistare, ovvero saper fare la partita e saperla interpretare nel modo corretto. La Salernitana ha una fisicità importante e non sempre in Serie B si affrontano squadre del genere”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News