Connect with us

News

Weekend ex granata, doppiette per Donnarumma e Scarpa. Rosso per Bovo, naufraga il Rieti. Minala ok in Primavera Lazio

Quello appena andato agli archivi è stato un weekend ricco di gioie per gli ex Salernitana tra Serie A, B e C e Primavera. In primis per Alfredo Donnarumma, autore della prima doppietta in Serie A. Una doppia marcatura inutile per il risultato maturato (vittoria del Bologna in rimonta per 3-4) allo stadio Rigamonti. In goal anche Sciaudone, Scarpa e Cernigoi. Esordio con le nuove squadre per Ragusa (Spezia), Carillo (Sambenedettese) e Agnelli (Pergolettese). Il Rieti di tante conoscenze granata naufraga sotto i colpi del “Cobra” Ginestra, attuale tecnico della Casertana. Prova di Minala soddisfacente in Primavera con la Lazio guidata da Leonardo Menichini. Cartellino rosso per Andrea Bovo

SERIE A. Dopo il goal all’esordio contro il Cagliari., Alfredo Donnarumma ci prende gusto. Doppietta al Bologna per il centravanti di Torre Annunziata che si presenta in massima serie con tre reti in tre presenze. Il suo Brescia, però, perde di misura contro il Bologna. La Lazio va ko all’ultimo minuto con il sigillo di Kurtic dopo l’iniziale vantaggio siglato dal solito Immobile. Strakosha non può nulla sulle due reti emiliane. Panchina per Andrè Anderson mentre Luiz Felipe è out per infortunio. Sono rimasti in panchina Terracciano (Fiorentina), Radunovic, Berardi, Vitale ed Empereur (Verona).

SERIE B. Il turno in cadetteria si apre con la vittoria di misura del Pordenone sullo Spezia degli ex Matteo Ricci e Antonino Ragusa, quest’ultimo è subentrato nella ripresa facendo il proprio esordio con la nuova squadra. Panchina per Romano Perticone, il Cittadella ritrova il sorriso e sconfigge il Trapani con un secco 2-0. L’Ascoli di Raffaele Pucino (titolare) e Lorenzo Laverone (panchina) regola col medesimo risultato il Livorno di Roberto Breda e Fabio Mazzeo (panchina). I labronici sono ultimi in classifica. Vittoria in extremis per l’Entella che regola il Frosinone di Dionisi con un rigore di Mancosu. Primo punticino per la Juve Stabia di Ciro Ferrara (vice di Caserta), Di Gennaro (72 minuti in campo), Rossi (panchina) e Canotto (64 minuti di gioco) che ferma in esterna il Perugia di Marcello Falzerano.

A bocca asciutta il Venezia di Riccardo Bocalon (titolare) e Adriano Montalto (70 minuti per la punta di Erice) che perde in casa il derby veneto con il Chievo di Alejandro Rodriguez, subentrato al novantunesimo. Maglia da titolare anche per Guillaume Gigliotti che, con il suo Crotone (Nalini rientrato in gruppo effettua terapie), impatta contro l’Empoli. Sconfitta, invece per il Cosenza dei tantissimi ex: Monaco, Legittimo (subentrato a Lazaar all’intervallo) e Sciaudone (autore del goal del momentaneo 1-1) trovano spazio nell’undici di Braglia; panchina per Schiavi e Bittante. Infortunato Litteri. Il Pescara espugna il Marulla con Scognamiglio abile a comandare la linea difensiva. Infine, poker del Pisa sulla Cremonese dei subentrati Soddimo e Palombi. Piccolo ha scontato il primo di tre turni di squalifica.

GIRONE C. Perde il Rieti di Alberto Mariani (quarta sconfitta consecutiva). 6-1 della Casertana di Ciro Ginestra sulla compagine amarantoceleste: tripletta per Castaldo, Antonio Zito ha giocato per ottantuno minuti senza lasciare il segno nel tabellino. Tra le fila dei laziali hanno giocato dal primo minuto Mirko Esposito (uscito al novantesimo), Enrico Zampa e Andrea Marino (sostituito al 57esimo). Sono subentrati nella ripresa Arcaleni e Bartolotta (minuto 83), Del Regno e De Sarlo (al novantesimo) mentre sono rimasti in panchina Granata e Sette. Indisponibile Lazzari. Il tecnico romano sta valutando le dimissioni.

Sconfitta anche per la Cavese che perde 2-0 contro il Teramo. Nunzio Di Roberto si disimpegna da falso nueve (esce all’ottantaseiesimo) e gioca titolare come Russotto (uscito al sessantaduesimo) mentre Francesco Favasuli rimane in panchina. Exploit del Monopoli di Ettore Mendicino (indisponibile) sul campo della Ternana (0-2 il punteggio finale). A segno il salernitano doc Giuseppe Fella; tra le fila dei rossoverdi hanno giocato dal primo minuto Anthony Iannarilli e Carlo Mammarella mentre Antonio Palumbo è subentrato nella ripresa (al sessantaquattresimo). Finisce in parità tra Paganese e Virtus Francavilla (2-2): per gli azzurrostellati in campo Mariano Stendardo, Antonino Musso (staffetta con Calil al 52esimo), Danilo Gaeta (subentrato nella ripresa al minuto 58) e l’intramontabile Ciccio Scarpa (doppietta in poco più di mezzora). Tra le fila dei pugliesi rosso per Andrea Bovo che all’ottantaquattresimo ha lasciato anzitempo il terreno di gioco.

Vittoria di misura per il Catania di Andrea Mazzarani (sostituito al sessantacinquesimo), Giuseppe Rizzo (dà il cambio a Lodi nel finale) e Giovanni Marchese (messo fuori rosa) contro la Viterbese del sorprendente Mamadou Tounkara rimasto questa volta a bocca asciutta dopo un buon avvio. All’intervallo, tra le fila dei laziali, ha fatto il suo ingresso in campo Oliver Urso. Successo esterno per l’Avellino di Ignoffo (2-3 al Picerno in esterna). Rotonda affermazione interna per il Catanzaro di Giuseppe Statella – uscito all’intervallo – mentre Marius Adamonis è fermo per infortunio. Anche il Potenza di Manuel Ricci va a gonfie vele con la vittoria sul campo del Bisceglie (0-3). Infine, nonostante la defezione di Altobello, la Vibonese allenata da Giacomo Modica riesce a superare il Rende nel derby calabrese (3-0). Stasera il big-match Bari-Reggina con Neglia e Bellomo, ex conoscenze granata.

Nel Girone B successo esterno del Modena guidato dall’inossidabile Armando Perna (38 anni) che espugna il campo dell’Imolese. Tre punti anche per la Sambenedettese che vince 2-1 sull’Arzignano: il difensore Carillo debutta con la maglia rossoblu; in rete Cernigoi (quarta rete stagionale dopo la doppietta in Coppa Italia con l’Imolese e il goal al Fano di fine agosto), ottantadue minuti per Francesco Orlando mentre Emilio Volpicelli è subentrato nella ripresa. Panchina per il centrocampista Garofalo. Sconfitta casalinga per il Piacenza di Manuel Giandonato (partito titolare, è uscito al 57esimo) e Alessio Sestu (subentrato al 57esimo) che si fa sorprendere dalla Fermana. Vince la Feralpi Salò ma senza l’apporto degli ex granata Luca Liverani e Daniele Altobelli, rimasti in panchina. Nel big-match di giornata la Triestina di Leonardo Gatto (titolare, la sua gara è terminata all’intervallo) e Mauro Milanese (quest’ultimo nella veste di amministratore unico degli alabardati) perde in maniera rocambolesca (3-2) in casa del Cesena di Domenico Franco, assente per infortunio. Infine, polveri bagnate per il Padova di Denilson Gabionetta, Luca Castiglia e Ronaldo che rimane in vetta alla classifica nonostante il pari rimediato con il Carpi.

Nel girone A la capolista Monza, formazione lombarda in cui milita Michele Franco, vince 1-0 contro la Pro Vercelli, seppur il terzino sia rimasto in panchina. Vittoria in casa anche per la Carrarese di Murolo e Caccavallo (subentrato al ventiseiesimo) che piega di misura la Pistoiese. Ampio successo esterno per l’Alessandria di Eusepi (3-0 all’Olbia) con il bomber di Agosta in campo per 72 minuti dopo aver rimediato un giallo. Pareggio a reti inviolate per il Novara di Andrea Sbraga sul campo del Pontedera; segno “X” anche tra Juventus U23 e Pro Patria, con Riccardo Colombo subentrato al sessantaseiesimo. Infine, esordio con la Pergolettese per Cristian Agnelli (anch’egli subentrato al sessantaseiesimo) nel pareggio con l’Arezzo di Alessio Luciani, regolarmente in campo per tutti i novanta minuti.

PRIMAVERA – Nel week-end è ripartito il campionato Primavera: da segnalare il successo della Lazio, guidata da Leonardo Menichini, con Joseph Minala in campo come fulcro della mediana. Successo per 3-2 da parte dei biancocelesti che espugnano il campo del Sassuolo.

fonte foto: profilo facebook Alfredo Donnarumma.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News