Connect with us

News

4-4-2 d’emergenza… o forse no: Ventura medita la riproposizione del modulo visto all’Adriatico

Anno nuovo, modulo nuovo, verrebbe da dire dopo Pescara. Gian Piero Ventura ha stupito tutti all’Adriatico, spedendo in soffitta il canonico 3-5-2, mandando in campo la sua Salernitana con il 4-4-2, provato durante la sosta. Una scelta dovuta soprattutto alla assenze e alle non perfette condizioni dei tre centrali a disposizione, ovvero Heurtaux, Billong e Pinto, e che ha costretto il tecnico ad adattare qualche giocatore. Cicerelli ha giocato terzino destro, Jaroszynski centrale (ruolo a volte occupato in carriera) con Migliorini e Maistro esterno sinistro di centrocampo.

Il nuovo modulo ha permesso ai granata di rimanere corti, compatti e stretti in fase di non possesso, accelerando sulle corsie laterali, diventando un 4-2-4 (in parte vistosi nella sfortunata trasferta di Pisa) in fase di possesso. Il 4-4-2, impiegato anche nel secondo tempo del derby di Castellammare (in quel caso fu Karo a fare il terzino destro), sembra l’ideale in casi di emergenza, poiché permette una migliore occupazione del campo in larghezza, senza lasciare la superiorità numerica agli avversari, consentendo agli esterni l’uno contro uno, con il supporto dei terzini. Sull’eventuale riutilizzo di questo schieramento, che Ventura non ha escluso in futuro, andrebbero però fatte valutazioni sui singoli. Giocatori come Lombardi, Cicerelli e Kiyine potrebbero trovarsi a proprio agio, nel reparto arretrato non mancano i centrali e i terzini sinistri, considerando anche gli ultimi innesti Aya e Curcio, il rebus è a destra, dove non c’è un terzino destro di ruolo, il solo Karo potrebbe adattarsi. Chissà che il nuovo credo tattico non possa portare la dirigenza a diverse valutazioni in sede di mercato.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement
Advertisement

Altre news in News