Connect with us

News

Abbondanza a centrocampo: Radovanovic rientra, Lassana inamovibile. E Bohinen…

Insieme alla difesa, il centrocampo è stato il reparto più massicciamente toccato dal mercato di gennaio. Un reparto che può contare, attualmente, una certa abbondanza numerica oltre che un maggiore tasso tecnico. Con i rientri di Radovanovic e del lungodegente Mamadou Coulibaly sono ben otto gli elementi a disposizione, a breve potrebbe rientrare anche l’infortunato Schiavone. Davide Nicola quindi avrà l’imbarazzo della scelta contro il Sassuolo, immaginando anche delle variazioni sul tema. Le caratteristiche dei calciatori infatti permettono alla Salernitana di giocare a tre, a due, ma anche a quattro.

I punti fermi

Radovanovic dovrebbe riprendersi il suo posto davanti alla difesa, vicino a lui in questo momento è inamovibile Lassana. Il maliano, dopo una prima parte di stagione non eccelsa causa infortuni e ambientamento, ora sta sensibilmente salendo di rendimento. Dal rientro dalla Coppa d’Africa l’ex Angers ha collezionato cinque presenze di fila per 90′. Lassana è inoltre in grado di destreggiarsi pure in un centrocampo a due. Come Èderson. Il brasiliano sta entrando sempre più nei meccanismi, dimostrando quelle doti di corsa e tecnica sulle quali Sabatini ha scommesso. Anche il classe ’99 è un giocatore molto duttile, ha solo bisogno di sgrezzarsi e di essere meno lezioso. Nelle ultime partite anche Grigoris Kastanos ha disputato buone prove. Il cipriota ha giocato praticamente in tutti i ruoli, sia da mezzala che da esterno di fascia nel 4-4-2, avanzando anche nei tre trequartisti dietro la punta.

Talento da scoprire

Resta ancora tutto da scoprire Emil Bohinen. Il norvegese ha collezionato finora appena due presenze da subentrato per un totale di 27′ e ha ancora bisogno di conoscere gradualmente il nuovo campionato. Dovrà risalire le gerarchie Mamadou Coulibaly. Il senegalese è rientrato in gruppo settimana scorsa dopo un lunghissimo stop e spera di essere convocato contro il Sassuolo. L’ex Trapani ha saltato ben diciassette partite, con l’ultima presenza in Verona-Salernitana del 9 gennaio scorso. Ad inizio stagione, prima dei problemi muscolari, era uno degli inamovibili della mediana granata, con anche due reti segnate contro Bologna e Verona. Ora dovrà ritrovare soprattutto la condizione fisica. I nuovi acquisti hanno spinto dietro anche Joel Obi, il nigeriano resta comunque una validissima alternativa. Pochi minuti nelle ultime partite anche per Francesco Di Tacchio, la cui ultima presenza risale al derby col Napoli; l’ex Pisa resta comunque una presenza importante nello spogliatoio.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 






Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News