Connect with us

News

Al Cabassi di nuovo la difesa a 3? Partenza anticipata per Carpi, granata in viaggio venerdì

Inevitabile, il ritorno alla difesa a tre. Sarà pure un modulo non spettacolare ma è pur sempre quello che Stefano Colantuono ha provato fin dall’inizio della preparazione estiva in casa granata. Il tecnico aggiungerebbe – come ha fatto in sala stampa dopo la scoppola col Brescia – che “anche sulla difesa a quattro abbiamo lavorato tanto, proponendola anche in altre occasioni e l’anno scorso, peraltro spesso con gli stessi interpreti (Casasola, Mantovani, Schiavi, Pucino) insieme contemporaneamente”. I risultati e il campo, che ha sempre ragione, dicono che probabilmente al momento la Salernitana 2018/19 non può reggere la retroguardia a quattro: un 1-1 stringato in casa con l’Ascoli, il secondo tempo (parziale 2-1 per il Cittadella) del Tombolato e l’orribile partita contro le rondinelle, in questa stagione, rappresentano il più che magro bottino ottenuto col 4-3-1-2. Aggiungendo lo 0-0 di settembre in amichevole con la Sarnese, il quadro ovviamente non acquisisce tinte più sgargianti.

Allora, ecco che a Carpi potrebbe rivedersi il 3-5-2. Colantuono dovrà capire se Vitale ha smaltito l’aura negativa di Cittadella con la panchina di lunedì sera per poter tornare utile dal 1′ al Cabassi come laterale sinistro. Viceversa, l’adattabilità di Pucino sul versante mancino si ridurrebbe drasticamente in caso di linea a cinque. Nelle scorse settimane, il trainer testò anche Djavan Anderson a sinistra. L’olandese, peraltro, è stato uno dei più propositivi nell’insufficiente partita generale contro il Brescia e potrebbe meritare una chance dal 1′. Si vedrà, restano i soliti quattro esterni in lotta per due maglie. In difesa dovrebbe tornare pienamente arruolabile Migliorini, pronto a duellare con Schiavi per un posto al centro. Sul centro-sinistra tornerà quasi certamente titolare Gigliotti, Mantovani invece agirà sul centro-destra, spuntandola presumibilmente su Perticone. A centrocampo scelte obbligate per due terzi: pur non essendo brillantissimo, Akpa Akpro ha bisogno di giocare per ritrovare il giusto smalto e sarà titolare; con lui, in cabina di regia, l’inamovibile Di Tacchio che è anche vicecapocannoniere della rosa. Dubbi sul centro sinistra: Castiglia ha deluso anche lunedì e Mazzarani potrebbe soffiargli il posto ma occhio anche alle chance di Palumbo. Odjer e Di Gennaro resteranno in infermeria. In avanti probabile la riconferma della coppia Bocalon-Jallow, con Rosina che dovrebbe accomodarsi in panchina. Se Colantuono decidesse, invece, di affidarsi ancora all’estro dell’ex barese, la variabile sarebbe rappresentata dal 3-4-1-2. C’è ancora tempo, però, per decidere.

La squadra si allenerà a Salerno fino a venerdì mattina, poi la partenza anticipata alla volte dell’Emilia Romagna per effettuare vicino Carpi la seduta di rifinitura al sabato e cercare di ritrovare la giusta concentrazione: contro il team di Castori sarà fondamentale ottenere i tre punti.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News