Connect with us

News

Al premio Zaccaria Tartarone anche Fabiani: “Con episodi diversi eravamo primi. Cerci? Sapevamo avrebbe avuto difficoltà”

Questa mattina al Salone dei Marmi di Palazzo di Città si è tenuta la quarta edizione del Premio Giornalistico “Zaccaria Tartarone”, dedicato alla memoria del giornalista sportivo scomparso nel 2015. In rappresentanza della Salernitana c’era anche Angelo Fabiani che ha risposto a tantissime domande soprattutto dei ragazzi del Villaggio di Esteban prima di rivolgersi ai cronisti. Fabiani ha parlato di sport e calcio, ma soprattutto di Salernitana: i granata vengono da una sconfitta con la Cremonese e al rientro in campo dalla sosta c’è la Juve Stabia. A questo punto del campionato dodici mesi fa il cavalluccio era terzo, poi con dicembre arrivò l’interminabile crisi che ridusse Di Tacchio e compagni a salvarsi solo ai rigori dei playout. Fabiani però non vuole analogie con il passato, questa è una Salernitana diversa che con episodi più favorevoli “poteva essere al primo posto”. Forse una visione leggermente ottimista, ma per il direttore sportivo granata ci sono i presupposti per fare bene: “Questa sosta si vive con la massima tranquillità, lavorando – ha detto Fabiani – Fare il paragone con lo scorso anno non serve a nulla, sembra che ce la tiriamo. Lasciamo perdere il passato, ci prepariamo per il derby con la Juve Stabia che sarà infuocato in campo dove le due squadre vorranno fare punti. Troveremo una squadra come agguerrita e noi non vorremmo essere da meno. Lavoriamo sul campo e prepariamo la partita”.

Oggi test amichevole con l’Agropoli, utile per far giocare Cerci e altri calciatori con pochi minuti sulle gambe: “Ne ho sentite tante su Cerci e su Heurtaux. Quando li abbiamo presi eravamo perfettamente consci delle difficoltà che avrebbero avuto nei primi mesi perché la lunga inattività ti porta problemi fisici e muscolari. Le nostre forze non le abbiamo riposte in Cerci o in Heurtaux, li abbiamo presi per poi ritrovarceli durante il campionato. Adesso nelle amichevoli faremo fare minutaggio ai ragazzi che hanno giocato bene, fino a qui il campionato che abbiamo disputato è di grande spessore. Vivendo di episodi, questi episodi ci hanno penalizzato oltremodo come è successo a Cremona. Anche in altre gare gli episodi ci hanno condannato, se ci veniva dato ciò che ci è stato tolto la Salernitana era prima in classifica”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News