Connect with us

Calciomercato

Avanti con Franck, Sabatini conferma: “Voleva andarsene, poi…”

AGGIORNAMENTO ORE 20.45. Ci pensa Walter Sabatini a far chiarezza sulla vicenda Franck Ribéry. Il diesse granata conferma le interlocuzioni col francese e la sua tentazione di appendere gli scarpini al chiodo. “Ribéry aveva chiesto di andare via, ma poi ha cambiato idea – le parole del diesse granata nell’intervento post chiusura calciomercato – . Sono contento perché è un campione e potrà darci una grande mano. Perotti, Verdi e Ribéry hanno caratteristiche simili, ma preferisco avere giocatori forti in competizione che non averne”.

 

AGGIORNAMENTO ORE 19:05. Franck Ribéry resterà alla Salernitana fino al termine della stagione e rispetterà il contratto. Con il calciatore francese era stato intavolato in giornata un discorso relativo a una possibile rescissione con la Salernitana, eventualità che – nel caso – avrebbe dovuto concretizzarsi entro oggi per potergli consentire di accasarsi altrove nella corrente stagione. Nulla di tutto ciò. Le riflessioni ci sono state con certezza, da un lato e dall’altro. Il condizionale dell’ora di pranzo, d’obbligo visti i dialoghi in corso, ora lascia spazio a un’affermazione: FR7 non saluterà la compagnia. Conferme in tal senso arrivano anche dall’entourage del calciatore.

AGGIORNAMENTO ORE 15:30. Franck Ribéry ha pubblicato una storia su Instagram: si mostra intento ad allenarsi nella palestra del Mary Rosy. Un indizio sulla sua permanenza in granata fino al termine della stagione?

ARTICOLO ORE 13:50. L’avventura salernitana di Franck Ribéry potrebbe finire anzitempo. Il trequartista francese e la Salernitana starebbero infatti discutendo la possibilità di rescindere il contratto valido fino a giugno con opzione di rinnovo in caso di salvezza. La notizia, un po’ a sorpresa, è venuta fuori nelle ultime ore ed è frutto di valutazioni in corso tra lo stesso calciatore e la dirigenza. Nulla è ancora certo, ma secondo indiscrezioni raccolte dall’edizione online del Mattino, sarebbero in corso discussioni per decidere il da farsi: poche ore ancora per definire eventualmente la cosa, al massimo entro le 20, affinché poi l’ex Bayern possa accasarsi altrove in questa stagione.

Sarà separazione?

Solo un mese fa a L’Equipe aveva detto di “avere ancora benzina nel motore“. Potrebbe consumarla altrove, a quanto pare. L’ultima delle 12 presenze totalizzate dall’ex viola in granata è quella contro l’Inter del 17 dicembre. Da allora il Covid (clicca qui per leggere), le incertezze societarie e poi il sospiro di sollievo con la nuova proprietà. Ma è da un mese e mezzo che Ribéry non si allena in gruppo ed è tornato indietro con il livello di preparazione. Dovrà recuperarlo. A ciò va aggiunta la condizione sempre precaria del suo ginocchio. Aveva ricevuto delle proposte dai turchi del Karagumruk in questa sessione di mercato, poi rispedite al mittente. Salerno gli ha riservato un’accoglienza top ed è rimbalzata in tutto il mondo dopo il suo ingaggio. Il murales, la fascia di capitano che gli è stata riservata, le ovazioni social e non solo.

Iervolino dixit

“Ho un’adorazione per Ribéry, certo non è il futuro della Salernitana e non vuol dire che non possa rimanere un altro anno, ha comunque 38 anni. Da qui alla fine del campionato e forse anche il prossimo anno sarà fondamentale. Su di lui si dovrà puntare, ha carisma, ha vinto, sa dettare i tempi di gioco. Personalmente non mi vedrete mai interferire con le idee del mister e del ds. Lo ritengo un buon acquisto, ha dato vetrina a Salerno, da qui a fine campionato può fare la differenza, quando gioca la fa”, aveva detto Danilo Iervolino nel giorno della sua presentazione. C’è da dire che dalle parole del presidente granata traspariva una certa volontà di non eleggere il francese a simbolo della Salernitana a vita.

L’ultima intervista

Se separazione sarà, si consumerà entro le 20 di oggi per dare modo a Ribéry eventualmente di potersi accasare altrove nella corrente stagione anche da svincolato nei prossimi giorni. Franck avrebbe voluto dare di più, ma ha spesso predicato nel deserto. E il fisico non è più quello di un tempo. “A Salerno sento l’amore della gente: è la mia adrenalina. Alla Salernitana i tifosi non fischiano mai. Sono veri tifosi, ci seguono sempre. Questa atmosfera mi ha incantato: mi piace questo calcio. Qui tutto trasuda di passione mediterranea, come a Marsiglia. Faremo di tutto per restare in Serie A. Una salvezza con la Salernitana sarebbe come la conquista di un trofeo. La mia vita è sempre stata una sfida: so che la missione di salvare la squadra è difficile, ma ci proveremo in ogni modo”, le sue ultime parole da calciatore dell’ippocampo, a dicembre.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Calciomercato