Connect with us

News

Baby granata arrestati, si attende convalida. Polizia al Volpe per interrogare staff

Proseguono le indagini delle Forze dell’Ordine sui due baby calciatori della Primavera della Salernitana arrestati ieri l’altro perché autori di uno scippo ai danni di una donna anziana in via Paolo De Granita. Nella giornata di ieri la Polizia ha fatto visita dapprima all’istituto scolastico frequentato dai due giovani, ascoltando anche alcuni compagni, poi nel pomeriggio si è recata al campo Volpe dove, al termine dell’allenamento di rifinitura della squadra prima della gara di oggi a Roma contro la Lazio, ha fatto alcune domande sia all’allenatore, Procopio, sia al dirigente accompagnatore, Della Rocca.

L’obiettivo degli inquirenti, con la massima delicatezza anche data la minore età dei due ragazzi, è cercare di carpire qualche dettaglio ulteriore rispetto alla loro vita anche per risalire alle cause che potrebbero aver portato a commettere un reato. Nell’ambiente dei granatini naturalmente c’è grande amarezza per l’accaduto, nessuno si aspettava di dover fare i conti con una notizia del genere. I due responsabili – trovati in possesso della refurtiva e colti in quasi flagranza – sono in attesa della convalida dell’arresto (o meno) da parte del giudice della Procura minorile di Salerno e sono stati trasferiti in una comunità. Dopo la ferma condanna del gesto da parte del presidente Iervolino, la Salernitana attende le mosse della giustizia; anch’essa sorpresa ed amareggiata, prova a capire qualcosa in più sui ragazzi nella persona di Walter Sabatini. Allo stato attuale, infatti, non c’è una figura di responsabile del settore giovanile che possa affrontare la questione.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News