Connect with us

News

Cala il silenzio all’Arechi, i tifosi abbandonano prima della fine: 11849 i presenti

La partita è importantissima, sugli spalti sembrano saperlo meglio dei calciatori in campo. I sostenitori granata incitano a gran voce la Salernitana e fischiano costantemente la Sampdoria ogni volta che entra in possesso del pallone. La squadra di Colantuono inizia in maniera propositiva, ma dopo poco tempo si inizia a vedere la qualità dei blucerchiati. Soprattutto in attacco, dove Quagliarella e l’ex Caputo mettono continuamente ansia alla retroguardia granata. Una distrazione su calcio d’angolo, un attimo di mollezza e la Salernitana cede, autogol di Di Tacchio. Pochi minuti dopo e su calcio d’angolo a favore i padroni di casa si fanno sorprendere quattro contro uno, inevitabile il raddoppio di Candreva. La Salernitana va all’intervallo sotto 2-0 accompagnata dai fischi dell’Arechi. Al rientro in campo il volume dei 11849 spettatori presenti è sensibilmente diminuito. Di pari passo il ritmo della partita, con i doriani che gestiscono con calma e i granata che dal canto loro non sono in grado di far scattare nessuna scintilla. In Curva Sud cantano solo gli irriducibili, il resto dello stadio è un funerale. Una grande delusione anche per i supporter venuti da fuori, chi dalla Francia per ammirare un Ribery sottotono e acciaccato nonostante la sosta, chi sventola una bandiera norvegese nel settore distinti nonostante l’assenza del nazionale Strandberg. Alla fine ha avuto ragione D’Aversa, il pubblico dell’Arechi, purtroppo, non scende in campo e non fa gol. Negli ultimi minuti, gli applausi e i cori dei quasi 170 tifosi arrivati dalla Liguria fanno eco in uno stadio ormai ammutolito. Molti ne approfittano anche per abbandonare l’impianto in anticipo, chi rimane sommerge di fischi la squadra e trova come solito capro espiatorio il direttore generale Angelo Fabiani, ferocemente insultato. Grazia concessa solo a Luca Ranieri, che ha dimostrato per l’ennesima volta che in una piazza così severa ci sa stare eccome e probabilmente ne meriterebbe anche una più importante. All’uscita i tifosi non accennano neanche ad una contestazione: Salerno è assuefatta e dormiente, come se alle sconfitte e alle disfatte c’avesse fatto il callo.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News