Connect with us

News

Castori e i segreti dell’impresa: “Gioia immensa, in A non stravolgeremo. Lotito sa fare calcio”

Salerno ha virtualmente abbracciato i suoi eroi. Circa tremila persone hanno, a distanza, reso tributo ai calciatori dopo la premiazione ufficiale di ieri da parte della Lega B. Fabrizio Castori, insieme ai suoi ragazzi, resterà nella storia. Il tecnico, intervenuto in diretta a B Magazine, ha descritto le emozioni dell’impresa: “Sono felicissimo, peccato non aver festeggiato con i tifosi all’interno dello stadio. Queste vittorie appartengono un po’ a tutti. Siamo contenti di aver riportato Salerno in Serie A, ci saranno grandissimi benefici per il territorio. Sarà un ritorno economico e di immagine importante. Abbiamo riportato anche un po’ di armonia e serenità che all’inizio mancava”. Un risultato ottenuto con una filosofia di gioco chiara. Il ‘castorismo’, poco sponsorizzato, ha avuto ragione: “Anche la concretezza può essere bel gioco. Non sono cose in antitesi. Anche una squadra aggressiva, ben messa in campo e che cerca subito di andare in porta è bella da vedere. Il concetto di bello è soggettivo – spiega il trainer – A qualcuno piace il giro palla orizzontale e ad altri un calcio più verticale. Quest’ultima è linea da sempre diffusa nel calcio italiano, l’altra filosofia è venuta fuori recentemente. Guardiola la faceva col Barcellona, perché aveva calciatori con determinate caratteristiche, ma ora non lo fa più. Non tutte le squadre sono portate per quel tipo di calcio. Non sono d’accordo con chi dice che il palleggio e il gioco da dietro siano la via giusta. Mi trovo spesso a combattere con questi pseudo teorici del bel gioco. Io ho sempre tirato dritto per la mia strada, ho sempre fatto il calcio che a me piace, allenando la squadra come dico io. Il calcio bello è quello che vince, il resto lascia il tempo che trova. Nel calcio contano i risultati. In Serie A non cambieranno i concetti di gioco, non ci snatureremo. La rosa ovviamente va puntellata con giocatori di categoria, adatti alla mia filosofia di calcio”.

Nel clou del finale di stagione Castori ha saltato le partite contro Monza, Pordenone ed Empoli a causa della positività al Covid. Una situazione mentalmente non semplice, come spiega l’allenatore: “Ho vissuto la situazione Covid con un pizzico di preoccupazione. Non avevo sintomi per fortuna, ma il virus mi ha tolto il campo e sono dovuto stare lontano dalla squadra e questo mi preoccupava. Il mio staff è stato impeccabile, a partire dal mio vice Bocchini. Società, dirigenti e calciatori mi sono stati accanto. Sono riuscito poi a seguire comunque gli allenamenti grazie alla tecnologia. Ero comunque preoccupato dal fatto che non potevo essere vicino alla squadra nel momento clou. Per fortuna sono tornato per il gran finale”. Ma quali sono i segreti della cavalcata? Castori non ha dubbi. L’unità di intenti, con proprietà, dirigenza e squadra tutti a remare verso il medesimo obiettivo: “Il presidente Lotito mi disse che aveva l’aspirazione di andare in A e io mi sono prefissato l’obiettivo. Mi sono trovato benissimo con la società e con il direttore Fabiani. Mi hanno messo nelle condizioni di lavorare al meglio e devo essergli riconoscente. Poi i ragazzi sono stati eccezionali per dedizione ed impegno, hanno fin da subito creduto nel lavoro che facevamo. Con il presidente Lotito mi sono trovato benissimo. Ha le idee chiare, è diretto e concreto come me, mi ha detto fin da subito qual’era l’obiettivo, dandomi fiducia e carta bianca. Col direttore Fabiani abbiamo creato una bella sinergia, lavorando in intesa. Il contesto attorno non era semplice e ce lo siamo fatti scivolare addosso. Abbiamo seguito la nostra strada. Il presidente Lotito è stato vicinissimo alla squadra, sul piano Covid la società è stata impeccabile. Il presidente è stata una figura importante. Abbiamo avuto tanti momenti di condivisione, ma anche i momenti in cui andavano analizzate le cose per risolvere i problemi. Lotito sa fare calcio. Senza la società alle spalle sarebbe stato difficile fare questa impresa”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News