Connect with us

News

Castori elogia la squadra: “Arrivata la risposta che volevo, molto nervoso per l’arbitraggio”

Dopo la debacle di Brescia, la Salernitana è tornata quella di qualche settimana fa. Lo ha sottolineato più volte al termine della partita con il Lecce il tecnico granata Fabrizio Castori, “soddisfatto della prestazione” perché “la squadra ha ritrovato la sua identità contro una squadra forte che ha segnato su calcio di rigore”. Il tecnico di Tolentino ha apprezzato la prova dei suoi “compatti, forti ed aggressivi. Ripeto, sono soddisfatto della prestazione offerta dalla squadra contro l’avversario più forte incontrato fino ad ora, abbiamo visto una Salernitana quasi perfetta. La prestazione c’è stata e il comportamento della squadra è stato confortante”. 

Sull’aspetto difensivo: “La squadra ha fatto la sua partita, abbiamo subito gol su rigore per un intervento in ritardo ma le occasioni vere le abbiamo avute noi. Abbiamo concesso pochissimo, i ragazzi hanno fatto quello che dovevano fare. È stata una partita aggressiva e qualche errore ci può stare ma ho avuto la risposta che volevo dopo Brescia, il risultato poteva essere migliore ma siamo comunque contenti per il pareggio”. È dunque tornata la Salernitana di Castori: “La nostra è una squadra che vende cara la pelle, abbiamo sofferto il giusto. Siamo stati bravi a passare in vantaggio, abbiamo commesso una leggerezza sul calcio di rigore ma occasioni clamorose il Lecce non ne ha avute”.

Un passaggio sulla direzione arbitrale del signor Chiffi: “Sono molto nervoso per come la partita è stata gestita dall’arbitro, Aya ha preso due cazzotti in bocca che non sono stati sanzionati. Bisogna dire come stanno le cose, stasera ci sono stati diversi episodi a nostro sfavore. Il rigore? Mi dicono che sia stato generoso, sono stato espulso per doppia ammonizione, spero che non scatti la squalifica per Frosinone”.

La prestazione di Gondo: “Si gioca ogni due giorni, non possono giocare sempre gli stessi. Abbiamo l’obbligo di ampliare il ventaglio delle opzioni. Sono contento della prova di Gondo, è una pedina in più che abbiamo da gestire. Ci sono dei ragazzi che fino ad ora hanno avuto poco spazio e del resto se siamo in questa posizione di classifica vuol dire che chi gioca sta facendo bene. Prima o poi però bisogna buttare tutti dentro, piano piano troveranno la condizione”.

Infine una battuta sulla prossima sfida: “Non so se Casasola riposerà a Frosinone, dobbiamo tener conto del fatto che poi si giocherà di nuovo lunedì. C’è uno stress fisico con tante partite ravvicinate. Schiavone lo abbiamo recuperato e ha dato il suo contributo come Veseli e Kupisz. Ora recuperiamo anche Di Tacchio ma non ho ancora pensato a chi potrà fermarsi”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News