Connect with us

News

Castori riparte: “Monza alle spalle. Carichi a palla, vorrei battere l’amico Tesser”

È già vigilia per la Salernitana che domani con fischio d’inizio alle ore 18:00 affronta all’Arechi il Pordenone. Come un anno fa la sfida ai neroverdi cade nel periodo festivo: dodici mesi fa i granata si imposero con un rotondo 4-0. Il Pordenone, reduce dal convincente 3-0 alla Reggiana, è comunque squadra temibile ed infatti nella consueta conferenza della vigilia, Fabrizio Castori snocciola le insidie dell’ultimo impegno prima della sosta: “Temo l’avversario – spiega il tecnico granata sulla piattaforma Zoom – non dobbiamo pensare a ciò che è successo nella partita precedente, una volta analizzata la dobbiamo lasciare alle spalle. Sarebbe un errore guardare alla prossima pensando al Monza. Analizziamo anche quelle che vinciamo, non solo quelle che perdiamo. Il Pordenone è un altro avversario quadrato, con altre condizioni che ha perso solo 3 volte e che quindi mostra la sua solidità”.

Impegni ravvicinati che non spaventano Castori: “Sarà la terza partita in un lasso di tempo molto corto, come questo campionato d’altronde ci ha abituato. Il coefficiente di difficoltà è molto alto, sarà dura venirne a capo ma noi lo vogliamo. Bisogna metterci tutte le componenti che servono: attenzione, ritmo, determinazione e perseveranza, si giocherà su un campo pesante, anche le energie andranno spese tutte e saranno fondamentali i cambi, perché nella parte finale di gara chi subentrerà dovrà alimentare la squadra con la sua freschezza”.

Campo pesante per via del maltempo: “E’ una situazione frequente per tutti, non piove solo a Salerno. In questi quattro giorni siamo andati solo una volta sul sintetico che è una risorsa importante quando i campi qui sono impossibili da praticare. Non è il massimo per tutti, ma andarci una volta o due evita problematiche come allenarsi su campi intrisi d’acqua. Domani conteranno le risorse fisiche con il campo pesante, si può ipotizzare che pioverà ancora: non si arriva al 90′ con tutti i giocatori ancora freschi questo è inevitabile”.

Ancora sul match di Monza: “Non mi spaventano le responsabilità, quando sono venuto mi sono preso le mie responsabilità, ho tracciato la mia linea ma porto avanti le mie convinzioni. Si tira dritto, gli incidenti di percorso non mancano. Il Monza è forte, capita di perdere, non deve essere motivo di sfiducia ma di consapevolezza che il campionato è molto difficile. Abbiamo perso contro squadra forte, non deve scivolarci addosso la sconfitta, ma va archiviata, siamo carichi a palla perché vogliamo vincere contro il mio amico Attilio Tesser, tecnico della mia generazione che stimo molto.”. 

Castori non svela la formazione, ma annuncia che Gyomber potrebbe essere della partita: “Premesso che quando si gioca di sera faccio formazione all’ultimo momento, riguardo gli allenamenti e i valori dei giocatori per sbagliare il meno possibile. Gyomber ha recuperato, si è allenato con la squadra, ha temperamento, non molla per una ferita, bisogna andare anche sull’indole caratteriale del singolo quando si presenta una patologia. E’ disponibile, a prescindere da lui qualche cambio ci potrà stare, inserire gente fresca ci può stare”.

Questa Salernitana avrebbe potuto raccogliere ancora di più senza le porte chiuse che stanno costringendo i tifosi a seguire le partite da casa: “Dico grazie ai tifosi che ci danno attestati di vicinanza, abbiamo bisogno di calore. Il calcio senza tifosi non è calcio vero ma dobbiamo adeguarci, spero finisca presto questa sorta di “punizione”. Vedere riconosciuto l’impegno, per chi come me mette tanta passione e dedizione, mi rende felice. Speriamo di condividere con i tifosi le nostre prestazioni e che ben presto anche loro possano aiutarci ad andare sempre meglio”. 

Infine un passaggio sulla sosta di 13 giorni prima della sfida all’Empoli: “Il calciatore è come un motore, se lo fermi ci vuole tempo per farlo ripartire. Daremo 4 giorni di riposo, penso siano necessari ma non mandano in lockdown di condizione. Le soste non mi piacciono molto, questa è indispensabile, se è breve permette di non perdere troppo condizione”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News