Connect with us

News

Castori se lA gode: “Ho un altro anno di contratto. Se la promozione fosse una canzone…”

E il tizio si avvicina al microfono e dice infine allo scadere del tempo: “Buonanotte, è il momento di tornare a casa”. Poi aggiunge rapidamente un’ultima cosa: “Siamo i Sultani, siamo i Sultani dello Swing!” 

Lo ha detto lui, che se questa promozione fosse una canzone sarebbe “Sultans of Swing” dei Dire Straits. Lui è stato il “sultano” numero 1, l’uomo chiave, quello che contro tutto e tutti, proprio come se fosse allo scadere di un tempo indefinito e (de)finito allo stesso tempo, ha dimostrato di valere la A. E’ Fabrizio Castori, il mister di Tolentino, che silenziosamente ha lavorato e (silenziosamente) ha voluto che la sua Ferrari “uscisse di scena”. Ma si cambia soltanto palcoscenico, perchè adesso Castori, che ha traghettato tutti verso la massima serie, si gode il risultato.

E’ una grande emozione, adesso è giusto festeggiare e condividere il risultato ottenuto con la gente – ha dichiarato questo pomeriggio all’Arechi, durante la premiazione alla Salernitana da parte della Lega B –  La conquista della Serie A è un bene per tutti, non solo per la società ma anche per l’indotto, perché il territorio con il business avrà grandissimi benefici. Sono contento, lo sport e il calcio sono di tutti, per tutti“.

Ma adesso bisogna guardare oltre, anzi in alto: “Futuro? Ho un contratto con rinnovo automatico in caso di promozione. Non ho una dedica particolare da fare, sono contento per tutti. Per me e per il mio staff è una gratificazione professionale, ma allargo il concetto a giocatori, tifoseria e territorio che possono beneficiare di questo salto di qualità. La serie A è bellissima – ha continuato –  ma sono due campionati in uno, ci sono squadre che sono di un altro pianeta. Dopo Lecce mi avete fatto arrabbiare, c’era un’aria sempre negativa, era la prima sconfitta del girone di ritorno… non eravamo mica il Real Madrid che non può perdere mai, lì ho detto “ride bene chi ride ultimo”.”

E ora che farà Fabrizio, dopo aver svestito i panni dell’allenatore da…Serie A? “Ora abbraccio i nipotini, è tanto che non li vedo, ne ho 4 che aspettano, ho bisogno anche un po’ di recuperare e qualche giorno in famiglia, lo faccio volentieri. Se fosse una canzone questa promozione sarebbe “Sultans of swing” dei Dire Straits”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News