Connect with us

News

Castori vince e aspetta il mercato: “Successo pesantissimo, a centrocampo servono under”

Una vittoria che fa morale. Prima trasferta e primo successo in campionato nella sua seconda avventura in granata per Fabrizio Castori. “Risultato importantissimo. Vincere in casa di una delle favorite per i playoff è eccezionale. Abbiamo sofferto nel primo tempo perché non siamo ancora al cento per cento. Facciamo un po’ fatica a partire, lo avevo messo in preventivo, dobbiamo abituarci, poi quando la fatica sarà sciolta e i ragazzi avranno preso una condizione migliore il rapporto con la partita sarà più livellato”, le parole di un raggiante e sempre più motivato tecnico alla fine della partita del Bentegodi in videoconferenza su Zoom.

Il trainer difende Belec (“Sono cose che capitano, l’errore del portiere è più evidente perché si prende gol, ma possono sbagliare tutti”) e spiega che il programma di preparazione atletica prevede una condizione al momento non brillantissima: “Ora paghiamo il lavoro che facciamo in settimana. La gamba viene fuori alla distanza. Anche ieri abbiamo fatto un lavoro fisico importante. Sapevo che avremmo sofferto all’inizio, il mio programma non è a brevissimo termine, il campionato è lungo e quando ci saranno impegni uno dietro l’altro bisognerà avere benzina nel motore. – dice Castori – I ragazzi che si stanno impegnando a metabolizzare un lavoro che non è ancora completato. È normale che con giocatori arrivati anche all’ultimo momento non ci sia affiatamento che possa rendere armoniosa la manovra, ma a me ora interessa che squadra prenda una condizione ottimale perché tra poco non si potrà più lavorare durante la settimana. non tutti hanno una condizione omogenea, adesso dobbiamo lavorare durante la sosta per portare chi è arrivato negli ultimi giorni allo stesso livello di chi lavora con noi invece da agosto”.

Sulla partita: “Nel primo tempo non riuscivamo a essere sufficientemente aggressivi, eravamo un po’ impallati, alla lunga siamo usciti. Guardo il fine partita, non l’inizio; è quello il termometro giusto e io sono soddisfatto. Abbiamo sofferto un po’ il palleggio del Chievo nel primo tempo. Continuando a caricare, la squadra non ha ancora quella fluidità e la gamba che, sono certo, arriveranno fra un po’ di tempo. Quando avremo impatto più sciolto sulla partita, anche il problema a centrocampo diventerà di minore importanza”. Già, perché la Salernitana continua ad avere un reparto mediano risicatissimo e con poca qualità, oltre che rapidità. “A livello numerico siamo pochi a centrocampo, qualcosa dovrebbe arrivare anche per accrescere qualitativamente il livello. Dobbiamo essere però bravi a prendere under di valore, perchè abbiamo già troppi over. C’è da mettere a posto qualcosa e la società lo sa. – commenta infine Castori – Sono soddisfatto di chi è venuto finora. La società sta cercando di valutare bene cosa fare negli ultimi due giorni di mercato: oggi era l’ultima partita con la lista over aperta, vediamo cosa succederà. Purtroppo non siamo riusciti a prendere qualcuno che avevo suggerito (Coulibaly, nda) perchè la società di appartenenza ha deciso di non cederlo”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News