Connect with us

Giovanili

Cerrato: “Non la miglior prestazione ma volevamo vincere”

Pasquale Cerrato bada al sodo dopo la vittoria ottenuta dai suoi granatini contro la Reggina al Volpe, propiziata da un autogol. “Ad essere sinceri oggi era una partita da vincere e l’abbiamo fatto – dichiara schiettamente l’allenatore dell’Under 17Come prestazione abbiamo fatto meglio in altre circostanze. Oggi è stata una partita molto nervosa, spezzettata, abbiamo avuto numerose palle gol, oggi abbiamo trovato il gol quando in altre occasioni avremmo meritato di farlo e non ci siamo riusciti. Già contro Lecce e Lazio avevamo offerto ottime prestazioni e degli episodi ci avevano condannato, oggi invece era una partita da vincere contro una squadra che sta sopra di noi di pochi punti e sono contento si sia vinto, poi la prestazione è relativa. I ragazzi venivano dalla sosta e si erano allenati bene, si percepiva la voglia di fare risultato”.
Ora la classifica migliora per i granatini, che si allontanano dal fondo e si piazzano nel centro esatto del tabellone: “Io la classifica la guardo poco, nonostante per i ragazzi sia uno stimolo, noi siamo partiti male e ci stiamo riprendendo, abbiamo secondo me tutte le carte in regola per giocarci il campionato con le squadre che ci precedono o che ci sono sotto di pochi punti. Con questa vittoria dovremmo arrivare a centro classifica, che è corta, ma ricordiamo che l’obiettivo primario è la crescita dei ragazzi”.
Uno che sta crescendo e che già ha dimostrato tanto potenziale finora è Giovanni Cozzolino, oggi protagonista anche se non è andato in gol: “È partito con una spada di Damocle sulla testa perché era diffidato, dopo dieci minuti ha preso un’ammonizione e si è subito tolto il peso. Devo dire che oggi ha fatto secondo me la miglior prestazione stagionale. Oltre ad aver propiziato l’autogol, si è mosso bene, deve migliorare in tanti aspetti, come devono migliorare tutti, qui sono tutti leader, chi più silenzioso chi meno, è un ragazzo che come tutti ha tutte le carte in regola per poter emergere. Non mi piace parlare dei singoli, quindi oggi voglio sottolineare la prova di tutti gli undici in campo più i quattro subentranti che ci hanno portato freschezza dalla panchina, a livello atletico e di pericolosità. Poi sull’1-0 c’erano molti spazi per noi, infatti abbiamo sfiorato due o tre volte il gol del 2-0, se proprio devo trovare una pecca alla prestazione, la partita si poteva chiudere prima e arrotondare il risultato, ma l’importante sono i tre punti”.

 

A cura di Dario Perriello

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Giovanili