Connect with us

News

Colantuono su Schiavi e Monaco: “Coppia importante, fisica e duttile. Saranno importanti per il Cosenza”

Lo scorso diciotto dicembre, dopo la sconfitta con il Carpi, Stefano Colantuono maturava il suo addio alla panchina della Salernitana, dopo praticamente un anno dal suo arrivo. Un addio non solo legato ai risultati, ma che nascondeva anche importanti motivazioni familiari. Il tecnico di Anzio, ancora senza panchina, è tornato a parlare ai microfoni di CosenzaChannel commentando i due ultimi innesti difensivi dei Lupi della Sila. Raffaele Schiavi e Salvatore Monaco vanno a rinforzare la retroguardia di Piero Braglia, Cola li conosce molto bene avendoli avuti alle sue dipendenze nell’esperienza con il cavalluccio: “Due difensori centrali classici dotati di gran fisico. Soprattutto Monaco che, nonostante la mole, sul lungo è abbastanza veloce, mentre Schiavi è bravo nel gioco aereo. Uno è più giovane, l’altro è più avanti nell’età. Uno è nel pieno delle potenzialità fische, mentre l’altro è più esperto. Potranno dare una mano alla causa rossoblù”. I due stopper saranno presumibilmente impiegati da Braglia nel 4-3-3, ma anche nella difesa a tre sanno ben disimpegnarsi grazie alla loro duttilità: “Al di là del sistema del gioco, nella linea a quattro loro fanno i difensori centrali. In una linea a tre Schiavi è prevalentemente un centrale, mentre Monaco può giostrare anche come terzo. Entrambi si possono adattare sia a destra sia a sinistra, anche se Monaco ha giocato di più sul centrosinistra. Nei momenti brevi, non sono velocissimi, ma non vanno dimenticate le loro dimensioni. Monaco nel lungo, però, è veloce”. Sotto la gestione Colantuono i due non giocarono spesso insieme alla Salernitana per una serie di coincidenze negative, il tecnico ha comunque buoni ricordi di entrambi: “Ora non ricordo le partite dove loro si sono disimpegnati bene. Io arrivai in corsa, nel girone di ritorno avevamo qualche problemino. Monaco è arrivato in corsa. Tutto sommato si sono comportati molto bene, anche se questi discorsi lasciano il tempo che trovano. Lo scorso anno il Cosenza ha fatto un ottimo campionato. Se l’allenatore, la dirigenza e la proprietà hanno deciso di comporre questa coppia difensiva, è perché hanno visto in questi due calciatori caratteristiche utili alla causa. Mi fido di quello che hanno fatto i dirigenti, paradigmi molto più solidi rispetto a quello che posso dire”. 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News