Connect with us

News

Curiosità, tempi più brevi per la giustizia sportiva nel serrato finale di B: le linee guida Figc

figc

Campionato a incastro anche per la giustizia sportiva. Non c’è un solo minuto da perdere per far filare liscia la ripresa della Serie B e conseguentemente portarla a termine. Ieri la Federcalcio ha diramato le linee guida per l’abbreviazione dei termini procedurali nel caso di ricorsi e controversie “i cui esiti possono avere incidenza sul risultato relativamente alle gare dalla
10ma alla 19ma giornata di ritorno della Serie BKT 2019/2020”.

Nel dettaglio, per i procedimenti di prima istanza dinanzi al Giudice Sportivo instaurati su ricorso della parte interessata, “il termine per il deposito della dichiarazione di preannuncio del ricorso unitamente al contributo è fissato alla mezzanotte del giorno in cui si è disputata la gara; il termine per il deposito del ricorso presso la segreteria del Giudice Sportivo e trasmissione ad opera del ricorrente alla controparte è fissato a mezzogiorno del giorno successivo a quello in cui si è svolta la gara; il termine per presentare memorie e documenti per i procedimenti instaurati su ricorso di parte è fissato al giorno prima della data fissata per la pronuncia”. Lo stesso discorso varrà anche durante la disputa di playoff e playout.
Per quanto concerne invece eventuali reclami avverso le decisioni del Giudice Sportivo devono esser proposti alla Corte Sportiva di Appello a livello nazionale secondo le modalità del procedimento di urgenza: “il termine per presentare il preannuncio di reclamo, unitamente al contributo e alla eventuale richiesta di copia dei documenti, è fissato alla mezzanotte del giorno in cui è stata pubblicata la decisione che si intende impugnare; il termine entro cui deve essere depositato il reclamo presso la segreteria della Corte Sportiva di Appello a livello nazionale e trasmesso, ad opera del ricorrente, alla controparte è fissato alla mezzanotte del giorno successivo alla pubblicazione della decisione che si intende impugnare ovvero del giorno stesso della ricezione della copia dei documenti; il termine entro cui la controparte può ottenere copia dei documenti, ove ne faccia richiesta, è fissato a mezzogiorno del giorno successivo a quello in cui ha ricevuto la dichiarazione con la quale viene preannunciato il reclamo; – il termine entro cui il Presidente della Corte Sportiva di Appello a livello nazionale fissa l’udienza in camera di consiglio, è fissato ad un giorno dal deposito del reclamo; il termine entro cui deve tenersi l’udienza dinanzi alla Corte Sportiva di Appello a livello nazionale è fissato a due giorni dal deposito del reclamo; il termine entro cui il reclamante e gli altri soggetti individuati dal Presidente della Corte Sportiva di Appello a livello territoriale, ai quali è stato comunicato il provvedimento di fissazione, possono fare pervenire memorie e documenti è fissato a mezzogiorno del giorno precedente della data fissata per l’udienza. Al termine dell’udienza che definisce il giudizio viene pubblicato il dispositivo della decisione”. La Salernitana, che già l’anno scorso di questi tempi aveva appena terminato una stagione ricca di colpi di scena conditi da carte bollate per la questione playout, spera di non dover essere coinvolta in procedimenti del genere.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News