Connect with us

News

Dionigi si presenta: “Contento di essere qui. Cerchiamo continuità e spirito”. Appena 19 i convocati

Ieri è arrivata l’ufficialità di Davide Dionigi come nuovo allenatore del Brescia. Il trainer modenese si è presentato oggi alla stampa, avvicinandosi anche alla sfida di domani in casa contro la Salernitana: “Quando mi hanno chiamato sono rimasto contento. È un’emozione perché nel momento in cui un allenatore si siede su una panchina con una storia e una responsabilità tale, ti porta a una sensazione di gratificazione. Ripeto, mi metto a disposizione di tutti con la massima umiltà. Non sono una persona da proclami e da promesse, nemmeno le solite frasi. Spero di riuscirci, ma con tanta passione da poter trasmettere ai ragazzi. Ringrazio chi mi ha preceduto, mi riferisco a Diego Lopez. Tra colleghi mi sembra doveroso. Ringrazio la società per l’opportunità. Mi calo in questa realtà in punta di piedi, con la massima umiltà di chi è venuto in una piazza importante, con una storia e un passato che conoscono tutti. La chiamata è stata un po’ inaspettata, con la voglia e la serenità di calarmi in un’occasione per me importantissima. Questo viene anche da tanti anni di gavetta. Spero di arrivare nel momento giusto, sicuramente difficile”. L’ex allenatore dell’Ascoli si concentra poi sul campo: “È un campionato che definiamo sempre difficile, la continuità fa la differenza. Bisogna affrontare il tutto con il giusto spirito, uno spirito operaio. Non significa ridimensionare, ma parlo proprio di moralità. Si gioca ogni due giorni, ma col tempo spero di poter valorizzare la squadra. Sono estremamente convinto che questa squadra abbia grandi potenzialità. C’è un’idea, vorrei mostrare il mio modo di giocare anche qua. Bisogna fare di necessità virtù per poter arrivare a ciò. Vogliamo ottenere dei risultati per avere serenità, ma servirà predisposizione mentale. I giocatori devono dimostrare di non essere questi. Spero di trasmettere tanta passione e che ci sia empatia. Poi ci deve essere il lavoro ovviamente e tanto dialogo. I moduli sono una cosa graduale, verranno più avanti, vengono prima i principi di gioco. Domani saremo contati, ma dobbiamo fare di necessità virtù, dalle difficoltà si può cementare qualcosa. La Salernitana è una squadra tosta ed organizzata, pressa molto alto, l’allenatore è un amico, uno dei migliori. Dovremo giocare da squadra operaia, dovremo essere tosti anche noi”.

Dionigi avrà a disposizione solo 19 calciatori per il match contro il cavalluccio, assente per Covid l’ex Donnarumma, c’è Ragusa. Mancheranno anche Bisoli, Andrenacci, Filigheddu, Papetti, Cistana, Semprini, Ndoj, Skrabb e Fridjonsson, di seguito la lista dei convocati:

1 Joronen, 2 Sabelli, 3 Mateju, 4 Chancellor, 5 Van de looi, 7 Spalek, 8 Zmhral, 11 Torregrossa, 12 Kotnik, 14 Mangraviti, 16 Ghezzi, 20 Ayé, 21 Labojko, 23 Ragusa, 24 Jagiello, 26 Martella, 27 Dessena, 28 Verzeni, 31 Bjarnason

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News