Connect with us

News

Fabiani sul caso Monza: “Credo in buona fede, ma calcio non è esente da rispetto norme”

“Abbiamo appreso le notizie provenienti dalla Brianza dalle testate giornalistiche: noi ci prepariamo alla partita come è giusto che sia. I miei sanno che devono pensare alla gara di sabato come se si giocasse in condizioni normali, quello che accadrà agli avversari non possiamo saperlo”. Questo il commento di Mariano Fabiani, direttore sportivo della Salernitana, alla notizia del possibile isolamento degli otto calciatori del Monza dopo la gita in Svizzera al Casinò di Lugano di lunedì pomeriggio. L’Ats brianzola avrebbe preso in carico i soggetti interessati, sottoponendoli al tampone. Le norme dicono che dovrebbero restare in isolamento per almeno cinque giorni e dunque salterebbero la trasferta dell’Arechi. Per il Monza, però, vale il protocollo Figc secondo cui gli atleti agonistici sono monitorati capillarmente e potrebbero, quindi regolarmente allenarsi e giocare. Un qualcosa di ingarbugliato.

“Credo nella buona fede di tutti, me l’hanno insegnato i miei genitori. Non so come stiano realmente le cose e non sono abituato a guardare in casa d’altri. Pensiamo a quando l’arbitro fischierà l’inizio della gara, ciò che ruota intorno è relativo. Per dare un giudizio bisognerebbe avere cognizione di ciò che è accaduto oppure no: io non ce l’ho e non voglio intromettermi nello specifico in affari altrui. Se c’è stata una leggerezza dei giocatori del Monza non è un problema in capo alla Salernitana. Dico solo che ci sono delle norme vanno rispettate, il mondo del calcio non può essere esente da comportamenti rispettosi delle norme statali e delle disposizioni sanitarie, bisogna sottostare tutti alle prescrizioni emanate a livello nazionale e regionale”, ha poi aggiunto Fabiani.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News