Connect with us

Serie B

Ferrero pronto a rilevare il Palermo. Trapani e Chievo ancora senza tecnico e in attesa sul futuro

Il destino del Palermo sembra definitivamente segnato. I rosanero ripartiranno dalla Serie D, si aspetta solo l’atto del 4 luglio in prima istanza da provvedimento CoViSoc e il pronunciamento definitivo del Consiglio Federale del 12. Un’estromissione che favorirà il Venezia, pronto a ritrovare la B, dopo averla persa sul campo contro la Salernitana ai playout. I calciatori rosanero sono decisi a combattere per recuperare gli stipendi finora non ricevuti, a non mollare è anche Arkus Network che, con un comunicato ufficiale apparso sul sito del Palermo, inviando una nota a Figc, Lega B e CoViSoc per fare chiarezza, continua richiedere iscrizione al campionato. Nel capoluogo siciliano le speranze sono poche e si pensa però già al futuro. A prendere corpo è l’ipotesi Massimo Ferrero come acquirente del club. Il vulcanico presidente della Samp non smentisce, anzi rilancia al Giornale di Sicilia: “Sono abituato alle grandi platee, voglio riportare questa piazza dove merita. Io sto cercando di vendere la Sampdoria, è già noto da tempo. Più di quello che ho fatto lì, non si può. Se al momento del bando non avrò ancora venduto la Sampdoria, non ci sarà alcun problema: da mesi sono in contatto con Mirri e c’è un rapporto ottimo con lui, da tempo parliamo del Palermo”. Ripartire bene è possibile, come dimostrano i casi Parma e Bari.

Intanto con l’ufficialità di Ventura al timone dell’ippocampo si sistema un altro pezzo del puzzle delle panchine cadette; ne restano solo due senza padrone. Il Trapani, dopo il passaggio di proprietà, deve rimpiazzare Italiano, volato a La Spezia. L’idea concreta si chiama Massimo Drago. Il Chievo è alle prese con le cessioni per far quadrare il bilancio. Salutati Cacciatore, Bani, Depaoli e Jaroszynksi, l’idea è di cedere altri pezzi pregiati come Kiyine, Vignato e Giaccherini. Manca ancora l’ufficialità sul tecnico che sarà l’ex Albinoleffe Marcolini. Entrambe le società comunque sono in attesa della decisone della CoViSoc il 4 luglio che si pronuncierà sui dubbi emersi sulla documentazione presentata dai siciliani per l’iscrizione e sulle plusvalenze da cessioni contabilizzate oltre tempo massimo dai veneti. La sensazione è che l’estate calda, e non per il clima, della Serie B finirà il 24 agosto, quando a parlare sarà finalmente solo il campo.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in Serie B