Connect with us

News

Gregucci al capolinea, a fine stagione l’inevitabile addio: i primi nomi per la sostituzione

Quindici giorni prima di dirsi addio. Per la terza volta e senza rimpianti. L’avventura a Salerno di Angelo Gregucci è al capolinea, il tecnico pugliese concluderà la stagione dopodiché con ogni probabilità non sarà confermato sulla panchina di una Salernitana che – parole della proprietà – punterà senza mezzi termini alla vittoria del campionato. Deludente, per usare un eufemismo, la terza parentesi granata dell’ex capitano della Lazio. Sempre da subentrato, in precedenza era riuscito a portare in salvo l’ultima Salernitana di Aliberti e traghettare l’Ippocampo ai playoff di Prima Divisione, sollevando la Coppa Italia di Lega Pro. I numeri non lasciano scampo a Gregucci, capace di peggiorare (e di parecchio) il ritmo tenuto dal suo predecessore Colantuono. Da studiare la formula del divorzio: Gregucci è infatti legato alla Salernitana da un contratto fino al 2020.

Già partita la ridda di nomi per la successione. Tra sogni, suggestioni, ipotesi e primi contatti. Come quello con il tecnico croato Ivan Juric, protagonista di un triennio alquanto travagliato al Genoa con altrettanti esoneri. L’ex trainer del Crotone è legato ancora al Grifone, contratto che dovrebbe prolungarsi per un’altra stagione in caso di salvezza dei rossoblù attualmente allenati da Cesare Prandelli. Il profilo di Juric sarebbe stato caldeggiato a Lotito in prima persona dal collega Enrico Preziosi, grande amico del co-patron di Lazio e Salernitana. Valutazioni in corso anche sul piano tecnico e caratteriale. Juric ha vinto il torneo di B a Crotone da outsider, dopodiché in Liguria ha racimolato risultati tutt’altro che esaltanti.

Sotto osservazione anche il profilo di Massimo Oddo, figlio di Franco, già tecnico della Salernitana. L’ex terzino di Lazio e Milan è reduce da tre stagioni difficili con Pescara e Udinese in A e Crotone in B. Ha fame di riscatto ed accetterebbe di buon grado un ambizioso progetto a Salerno, magari provando a bissare il campionato vinto in biancazzurro. Se n’è discusso nei frequenti contatti tra l’entourage dell’allenatore abruzzese ed il management granata.

Piace anche Marco Baroni, vincolato al Frosinone da un contratto importante anche per la prossima stagione. Il tecnico toscano, artefice del miracolo Benevento due anni or sono, era stato già sondato per il dopo Colantuono prima di approdare in Ciociaria. Patron Stirpe intende confermarlo, a meno che non riesca a liberarsi dell’ingaggio di Moreno Longo e del suo staff.

La lista dei pretendenti alla panchina della Salernitana è però lunga e non si ferma soltanto a tre nomi. Se ne aggiungeranno altri nelle prossime settimane, ma ogni decisione è posticipata a bocce ferme: dalla scelta del tecnico, e soprattutto dalla tempistica della campagna acquisti, i primi indizi delle ambizioni della proprietà in vista della prossima stagione.

1 Commento

1 Commento

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News