Connect with us

News

Guarascio scuote il Cosenza: “A Salerno voglio il risultato. Pettinari? Ci abbiamo provato”

Quartultimo posto in classifica ad un passo dalla zona retrocessione. Non c’è molto da sorridere in casa Cosenza, dopo due ko di fila i rossoblu hanno bisogno necessariamente di punti. La piazza non è contenta e la posizione dell’allenatore Occhiuzzi non è così salda. A rasserenare la situazione ci ha provato il patron silano Eugenio Guarascio, intervenuto ieri sera alla trasmissione ‘A lupo a lupo’ su Ten: “lo sono il primo tifoso del Cosenza e, se fossi un tifoso del Cosenza, in questo momento starei vicino alla squadra, facendolo anche nei momenti difficili. In passato abbiamo sempre avuto una squadra che voleva scalare le categorie, adesso stiamo lottando per mantenerla. Nelle ultime partite non abbiamo fatto bene, specialmente a Brescia, mentre col Frosinone ci sono mancate concretezza e scaltrezza, ma abbiamo fatto una buona prestazione. Con tre punti in più non dico che saremmo stati fuori dai guai, ma quasi – riportano i colleghi di CosenzaChannelIo non vedo tutto quest’allarmismo: nel calcio ci sono tifosi di ogni genere e chi ha quest’atteggiamento, che scimmiotta alcuni ambienti fatti di avvoltoi, probabilmente non aiuta il Cosenza. Ieri ho avuto una lunga chiacchierata col mister, che è un tecnico fatto in casa e che tiene tantissimo al Cosenza. Questo perché nelle due partite, quella col Brescia e quella col Frosinone, non abbiamo fatto bene. Nella prima abbiamo sbagliato l’approccio perché forse appagati, nella seconda siamo stati poco furbi e poco intelligenti. Oggi ho parlato coi ragazzi e ho detto loro che, pur avendo fatto una buona prestazione, ciò che conta è la concretezza: so che nel calcio, se vogliamo raggiungere determinati obiettivi, dobbiamo lottare. In campo si scende in undici contro undici: ho detto che a Salerno dovranno fare proprio questo per raggiungere il risultato, non m’interessa la bella prestazione, mi interessa il risultato finale. Ho detto loro che il mister deve fare le scelte migliori e che abbiamo una grande responsabilità verso la più grande tifoseria del Sud Italia, ovvero mantenere la categoria. Non siamo in un precipizio, perché ancora siamo in una posizione che ci permetterebbe di raggiungere la salvezza con tanti scontri diretti da giocare. Ci sono tutte le condizioni perché il Cosenza possa raggiungere la salvezza, ma ci serve la vicinanza di tutti vol: se continuerò a rappresentare per voi il male del Cosenza, non potete aiutare la causa“.

Il numero uno calabrese si è soffermato poi sul precampionato e sul mercato, svelando anche un retroscena: “Il campionato si è concluso, come sapete, con tempi dilatati, tanto è vero che non siamo riusciti a fare il famoso ritiro. Con questo io non voglio dare delle giustificazioni, ma vi posso dire che, dato il breve lasso di tempo a disposizione e il grande risultato ottenuto, ho preferito mantenere tutto com’era, eccezion fatta per due o tre calciatori i quali, per ragioni diverse, sono stati sostituiti da altrettanti elementi. Il mercato è stato fatto anche sulla base delle disponibilità: io avevo detto di prendere Pettinari, che non è venuto per ragioni diverse e complicazioni. Quello che il Cosenza fa, lo fa alla luce del sole: nel nostro animo c’era voglia di allestire una squadra che potesse portarci ai playoff. Noi ci siamo trovati a competere contro squadre come il Vicenza, la cui società fattura miliardi di euro, idem il Monza e tutte le squadre settentrionali”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News