Connect with us

News

Iervolino presenta Nicola: “Abbiamo subito avuto feeling. Contentissimo del suo arrivo”

È presente anche Danilo Iervolino alla presentazione di Davide Nicola: “Siamo felicissimi di presentare un combattente. Nicola sa come prendere i giovani e tutti i calciatori e come energizzarli per raggiungere la salvezza. Mi ha colpito al primo contatto, è nata sbito chimica tra di noi, ha una carica umana e sensibilità per portare avanti questo miracolo. Stiamo facendo di tutto per raggiungere la salvezza. Il ds Sabatini ha immaginato questo identikit del mister. Sono contentissimo. Speriamo di non dover cambiare più nulla da qui a giugno. Mi sbilancio. Il tempo scorre veloce e io voglio tutto e subito.

Ho il temperamente gentile e sono un guerriero. Voglio combattere e vincere, lo pretendo da tutti. Andiamo avanti scompostamente, metteremo tutto noi stessi. Questo è il marchio di fabbrica di Danilo Iervolino. Se dovessi fallire, mi assumerò le conseguenze; ma fino a quel giorno ci crederò. L’idea di cambiare guida tecnica nasce con l’idea della discontinuità. C’era bisogno di creare un nuovo gruppo. Mister Colantuono ha fatto bene, l’ho chiamato e l’ho ringraziato per l’impegno. Il cambiamento è una scintilla, una necessità di dare un segnale a tutto l’ambiente. Se una cosa non va è inutile proseguire in una direzione. Sono convintissimo della scelta. L’equilibrio, la determinazione, la strategia e la capacità di sintesi saranno una bella ricetta che era quella che volevamo.

Attendiamo notizie in merito alla situazione stadio. Sembrerebbe che ci siamo per 2000 posti in più all’Arechi già per il Milan. Il Comune ha effettuato tutta la parte burocratica e mancano solo gli ultimi dettagli. Stiamo valutando vari suoli per quanto riguarda nuove strutture sportive. Siamo al lavoro con dei tecnici. Non stiamo perdendo tempo, c’è la volontà di investire per la prima squadra, le giovanili, ma anche per gli sport minori per creare un circolo virtuoso. Mi auguro che già nella prossima assemblea di Lega Serie A si possa decidere con il più ampio quorum il presidente, Un presidente che faccia gli interessi delle piccole e delle grandi, che abbia a cuore l’industria del calcio. Mi aspetto una persona autorevole, l’identikit di Carlo Bonomi fa sì che io possa dire che convergo sulla sua figura, la reputo la migliore possibile in questo momento. Allenamenti a porte aperte? Vediamo, sono possibilista. Se si fanno delle cose e si fanno male si può sempre tornare indietro. Un’idea è coinvolgere i tifosi in un’esperienza immersiva attraverso le tecnologie che non si sviluppano in un giorno, l’idea è quella di far vedere anche parte degli allenamenti da casa, permettere ai supporter di interagire con i loro beniamini”.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News