Connect with us

Calciomercato

Il mister sul mercato: “Calibrato su 3-5-2. Aggiustato out mancino, Coulibaly può far meglio”

Non solo il campo. Alla vigilia della partita col Pescara, Fabrizio Castori si è soffermato anche sul calciomercato nella conferenza stampa di presentazione del match con gli abruzzesi. In settimana la Salernitana ha chiuso per Sy e Durmisi dopo aver già ufficializzato Coulibaly che si appresta a giocare per la seconda partita consecutiva da titolare. La campagna trasferimenti chiuderà l’1 febbraio.

“Siamo partiti con l’idea del 4-4-2, poi l’infortunio di Lombardi ci ha costretto a virare su altri moduli, perché con soli due esterni e un ragazzino (Antonucci, nda) a disposizione avremmo fatto fatica a reggere la gestione di un modulo in cui gli esterni di centrocampo sono fondamentali, avendo più giocatori di centrocampo e con caratteristiche diverse, abbiamo deciso di virare sul 3-5-2. – svela l’allenatore – Non mi sono mai fissato sul modulo, l’allenatore deve fare il modulo più confacente alle caratteristiche dei giocatori: andiamo avanti così, il modulo base ora diventa il 3-5-2, abbiamo impostato il mercato su questa falsa riga. Abbiamo messo a posto la catena di sinistra anche se i nuovi arrivati Sy e Durmisi non sono ancora disponibili, perché stanno espletando le pratiche per il tesseramento”.

Ma cosa serve ancora a questa Salernitana? Forse un attaccante. “Abbiamo messo altri due tasselli, poi valutiamo anche i progressi che ha fatto o che potrebbe fare la squadra. I sono molto contento, al di là del periodo negativo, degli attaccanti che ho; non vedo sul mercato grandi attaccanti che possano fare la differenza in questa categoria, quindi mi tengo stretto chi ho, fermo restando che se dovesse capitare l’opportunità, la società non si farà cogliere impreparata”, risponde l’allenatore. A stretto giro è atteso di nuovo a Salerno pure Kiyine: “Quando arriverà, potrò valutare, testare e fare le dovute considerazioni su ruolo e impiego, altrimenti parliamo come se fossimo al bar. Sarà importante aver allargato la rosa per coprire eventuali defezioni future, visto che il girone di ritorno sarà anche più difficile, il mercato si chiude e non puoi più riparare. Da agosto a gennaio la squadra fa un lavoro che deve portarla allo sviluppo, il mercato serve per modificare qualcosa per infortuni, come è capitato a noi, o per rimpinguare l’organico: non dimentichiamo che è un periodo di incertezza con questa pandemia. Prendere qualche giocatore in più ti fa sentire più coperto per tappare eventuali falle. Ci vorrà però tempo per mettere i nuovi giocatori in condizione di inserirsi, ma meglio avere di questi problemi che non avere altre alternative”.

Infine, un giudizio sul debutto di Coulibaly ad Empoli: “Non uso il termine che ho usato nel giudicare la gara, Mamadou non ha fatto quello che può fare, come tutti. Non poteva esprimersi al massimo in una totale disfatta, è stato coinvolto anche lui in un marasma generale, denotando una condizione non ottimale. Ha margini di crescita, non è al 100%”.

CLICCA QUI PER LEGGERE LE PAROLE DI CASTORI SUL PROSSIMO MATCH

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Calciomercato