Connect with us

News

Il successo passa dalla difesa: già 4 clean sheet e numeri record per l’era Lotito-Mezzaroma

Undici gol subiti e quattro clean sheet. Sono questi i numeri della difesa della Salernitana targata Castori che deve proprio al rendimento della retroguardia buon parte dei risultati delle prime 13 giornate. Un inizio da record per la compagine granata (seconda miglior difesa del campionato dopo Spal e Chievo) che ha superato anche la Salernitana di Delio Rossi che nel 1998 conquistò la promozione in massima serie.Una difesa affidabile che ha trovato garanzie in Belec e in Gyomber. Nelle ultime uscite è tornato a brillare anche Mantovani e seppur con qualche sbavatura, anche Aya sembra essersi integrato nel terzetto difensivo che salvo sorprese sarà confermato domani sera contro la Virtus Entella.

A parlare per Castori e la sua difesa sono i numeri, soprattutto se confrontati con quelli delle precedenti stagioni. Dopo 13 giornate (anche se quest’anno è stata giocata una partita in meno, quella vinta a tavolino con la Reggiana) la Salernitana di Ventura aveva subito 15 gol (quattro in più rispetto alla stagione corrente) riuscendo a mantenere la porta inviolata solo due volte. L’anno prima, con Colantuono in panchina, alla tredicesima giornata l’ippocampo osservò il turno di riposo previsto per il numero dispari di squadre che formavano il roster del torneo cadetto. Fino a quel momento la porta granata fu perforata undici volte e quella squadra riuscì a non subire gol cinque volte, una in più rispetto a quest’anno. Se però si considera la tredicesima partita giocata, quella dell’1 dicembre 2018 a Cittadella, il computo dei gol subiti arriva a 14.

Numeri peggiori nelle prime tre stagioni dell’era Lotito-Mezzaroma in Serie B: con Torrente 19 reti subite ed un solo clean sheet dopo 13 giornate. L’anno successivo, sotto la guida di Sannino, la Salernitana incassò 14 reti e mantenne la rete immacolata in quattro occasioni. Sedici invece i gol subiti nelle prime 13 giornate dalla squadra di Bollini e portiere imbattuto tre volte. Infine c’è da segnalare un curioso dato statistico: prima di quello maturato venerdì a Frosinone, l’ultimo 0-0 della Salernitana risaliva al 2 febbraio del 2019 quando la Salernitana di Gregucci conquistò un pareggio a reti bianche sul campo del Padova. 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News