Connect with us

News

Il Venezia ferma il Cagliari e Salerno esplode di gioia: lagunari ancora nel destino dei granata

Il Venezia ancora nel destino della Salernitana. Per la terza volta in quattro anni, il cammino della squadra granata si intreccia con quello della formazione lagunare. Dai play-out del ‘Penzo’ alla salvezza in Serie A, il Venezia “porta bene” al popolo granata che ieri ha potuto festeggiare la salvezza in massima serie grazie al pareggio a reti bianche tra Venezia Cagliari.

Un risultato inatteso, viste le motivazioni dei sardi e le tante defezioni della squadra di Soncin. E invece in terra lagunare il Cagliari non è riuscito nell’impresa di rimontare la Salernitana, nonostante le notizie che arrivavano dall’Arechi, dove i granata sono stati travolti dall’Udinese. Dal 9 giugno 2019 al 22 maggio 2022: sono trascorsi 1077 giorni e la Salernitana è passata dalla sfiorata retrocessione in terza serie allo storico traguardo della salvezza in Serie A, ancora una volta grazie al Venezia. Tre anni fa la finale play-out vinta ai calci di rigore, con il tiro decisivo di Di Tacchio al ‘Penzo’. Lo scorso anno, all’Arechi, la vittoria sul Venezia grazie alla doppietta di Gondo nel finale permise alla squadra di Castori di muovere un passo importante verso la salvezza.

Anche quest’anno la Salernitana ha fatto bottino pieno con il Venezia: all’andata decisivo il gol di Schiavone allo scadere, al ritorno (dopo mesi di battaglie in tribunale) il gol di Verdi ha condannato gli arancioneroverdi permettendo all’ippocampo di uscire dalla zona retrocessione. Quella vittoria, l’ultima arrivata in questo finale di stagione, ha consentito alla squadra di Nicola di conquistare un traguardo insperato. Ancora con il Venezia nel destino.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News